Lo spessore tecnico (e anche numerico) della rosa della Roma di quest'anno si capisce anche scorrendo l'elenco degli indisponibili di partite come quella di stasera. Leggi i nomi degli assenti solo nel reparto più avanzato e ti spaventi, poi ti rendi conto che Fonseca ha intenzione di tenere in panchina Dzeko e allora si capisce quante possibilità il portoghese abbia a disposizione. E mentre al 90% il suo collega austriaco schiererà la stessa formazione già vista più volte in questo avvio di stagione del Wolfsberger, Paulo rivoluzionerà la Roma per l'ennesima volta schierando comunque un parterre offensivo di tutto rispetto come quello composto da Zaniolo e Kluivert sugli esterni e da Pastore e Kalinic nelle zone più centrali. Certo, in fase di non possesso bisognerà far attenzione a garantire il giusto filtro nella prima impostazione degli austriaci (e forse i quattro attaccanti prescelti non sono esattamente dei grandi incontristi), ma Fonseca rimedierà, almeno nel suo piano tattico, con la giusta organizzazione di squadra.

Semmai, si è portati a pensare che proprio per non concedere troppi spazi ai velocissimi contropiedisti di Struber, che non è questa l'occasione per rinunciare al dinamismo di Jordan Veretout, che quindi resta favorito su Diawara nel dubbio lecito sul giocatore che affiancherà Cristante davanti alla difesa. Dietro invece pochi dubbi: con Pau Lopez cominceranno la partita Florenzi e Spinazzola sulle fasce (Kolarov, come Dzeko, partirà dalla panchina secondo le indicazioni fornite dal tecnico in conferenza) e nel mezzo al fianco del rientrante Fazio sarà molto probabilmente confermato Smalling, al terzo impegno consecutivo.

Probabili formazioni Wolfsberger-Roma

WOLFSBERGER (4-3-1-2): Kofler; Novak, Sollbauer, Rnic, Schmiz; Schmid, Leitgeb, Ritzmaier; Leindl; Weissman, Niangbo. All. Struber

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Smalling, Spinazzola; Veretout, Cristante; Zaniolo, Pastore, Kluivert: Kalinic. All. Fonseca