Una delle prossime avversarie della Roma nel girone di Europa League è il Basaksehir, la squadra che ha lanciato Cengiz Under. Ma il giovane esterno non è l'unica cosa che lega la società di Istanbul ai giallorossi: nella formazione turca milita infatti Stefano Napoleoni, attaccante italiano classe '86 nato in zona Nuovo Salario, e tifoso della Roma. 

Cresciuto sportivamente nel Tor di Quinto, è stato scoperto all'età di diciannove anni da Zbigniew Boniek, che lo ha portato con sè in Polonia, al Widzew Lodz. Dopo tre anni arriva il trasferimento in Grecia, prima al Levadiakos e poi all'Atromitos. Dal 2016 milita nel Basaksehir, e con la squadra di Istanbul potrà finalmente coronare il sogno di giocare contro la sua squadra del cuore, la Roma.

Non sarà una partita qualunque per lui. In'un intervista a Mondofutbol ha rivelato che gli manca l'aria di casa, e per colmare la distanza si è tatuato il Colosseo sul fianco destro, che indica ogni volta che fa gol. "Il tatuaggio è per quello, per portare sempre con me tutte le persone che ho lasciato lì: anche se stanno lì, sono qui con me. E quindi mostrando il Colosseo quando faccio gol festeggio così per festeggiare con loro, è come se festeggiassimo tutti insieme", le parole di Napoleoni