Eusebio Di Francesco ha parlato dopo la vittoria contro il Cska. Ecco le sue dichiarazioni:

Come si fa a passare dai fischi con la Spal alla partita perfetta oggi?
"Questa è la mia squadra adesso anche se aveva inanellato partite buone in precedenza, dopo il primo tempo con la Spal alla prima difficoltà abbiamo perso tutto il filo logico del nostro gioco mentre in questa gara abbiamo fatto molte cose interessanti anche soffrendo all'inizio".

Vittoria anche grazie a Dzeko. Cosa si può aggiungere su questo giocatore?
"Che se avesse fatto gol domenica sarebbe stato ancora meglio (ride, ndr). E' un giocatore straordinario che quando ha la sua giornata non solo in fase di realizzazione ma di lavoro per la squadra è fortissimo, quando riesce a far giocare i compagni e a mettere giù palle lanciate sopra".

Avete vinto ma non avete entusiasmato
"C'è sempre qualcosa da migliorare mister perché questa squadra non ha mai avuto continuità e a volte le certezze vengono grazie ai risultati e alle vittorie. Sul recupero palla è soltanto un problema televisivo perché abbiamo recuperato 13 palloni nella metà campo avversaria nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo voluto a tutti i costi il terzo gol per cui vedo tante cose positive ma non sempre si possono dominare partite per 90 minuti e lei lo sa. C'è da migliorare, da lavorare tanto e su questo sono pienamente d'accordo con lei".

Faccio fatica a capire il diverso rendimento di Dzeko tra campionato e coppa
"Può essere anche una questione psicologica, è un grandissimo professionista lui, a volte dà la sensazione di essere svogliato ma lui è un ragazzo che prepara le partite veramente al meglio poi può capitare la partita storta. Magari la sera gli piace di più giocare, mi dà questa sensazione, ricordatevi Napoli l'anno scorso o Milano. Questa è la strada da cui ripartire, perché quello che è successo sabato non mi è piaciuto, ci sono state delle cose dietro che non mi sono piaciute sulle quali è venuto anche fuori qualcosa e su cui dobbiamo lavorare. Quando si hanno tanti giovani si può pensare di essere già bravini ma il calcio non ti permette di abbassare la guardia".

Quando dice 'qualcosa dietro', ci aiuta?
"Non mi è piaciuto come hanno preparato la partita con la Spal per alcuni episodi che so solo io e che dobbiamo sapere noi all'interno che ho sistemato. Le partite non si possono preparare 2 ore prima, si preparano durante la settimana e non si può pensare di arrivare il giorno prima e dire 'adesso si prepara la gara'. Non deve più accadere".

Bei gol stasera...
"Anche tante situazioni che abbiamo creato e che non abbiamo finalizzato sono state belle. Questa squadra ha creato veramente tanto, dobbiamo essere più bravi a concedere meno".

Le condizioni di Lorenzo Pellegrini?
"L'ho fatto uscire precauzionalmente, era stanco. E' un ragazzo che spende molte energie e me lo voglio tenere per la prossima, facendolo recuperare".

Roma Tv

Serata perfetta? 
"L'immagine di Dzeko che torna in difesa è significativa, è quello che serve da far vedere ai ragazzi. Oggi siamo stati bravi anche in momenti difficili, in situazione in cui loro si sono infilati tra le linee. Siamo stati bravi a soffrire in quel momento ma poi determinati nel recuperare palloni nella loro metà campo. L'atteggiamento della squadra mi è piaciuto, normale che poi si può fare sempre meglio e dobbiamo portare tutto questo in campionato".

De Rossi ha detto che il Cska è apparso meno bravo grazie alla prestazione della Roma
"Vorrei ricordare che la Roma negli ultimi anni ha sempre fatto fatica in Champions, tranne l'ultimo anno, è difficile vincere qui. Il Cska è una squadra fatta di giovani di qualità e con un buon allenatore, hanno vinto col Real. Non sarà una partita facile lì a Mosca".

Avete preparato in maniera diversa questa gara da quella contro la Spal?
"Perché si è giocato di sera forse, giochiamo meglio. Qualcosa nella preparazione non mi era piaciuta, ed è venuta anche fuori ma rimane e finisce lì. Dobbiamo essere bravi a trattare tutte le partite in questo modo perché diventano fondamentali, lo dimostra il fatto che con una sconfitta che non devi subire con la Spal, va a pregiudicare tutto. Noi dobbiamo avere continuità, poi le partite di possono vincere o perdere. Ma io non transigo negli atteggiamenti e sulla preparazione".