Eusebio Di Francesco ha parlato dopo la vittoria della Roma per 5-0 ai danni del Viktoria Plzen.

Di Francesco a Sky Sport

La Roma ha avuto la fame giusta
Abbiamo dato continuità, siamo stati bravi a portare avanti questo gioco. I centrocampisti si muovono bene e mi è piaciuta l'interpretazione, la gente si è divertita e segnare tanti gol è importante per il girone.

Pensi di aver trovato quadratura della squadra?
Prima di tutto cercavo le soluzioni giuste, non è mai facile sperimentare a Roma. Abbiamo avuto delle difficoltà, non volevo modificare del tutto il mio 4-3-3 ma mi sono accorto che dovevo cambiare qualcosa. Ho avuto le risposte giuste, ora cercherò di cambiare il meno possibile e dare continuità. Sono contento della voglia mostrata dai ragazzi di giocare insieme e di quello che stanno mettendo in campo

Pellegrini meglio di Nainggolan?
Sono molto contento per lui perché l'ho fortemente voluto a Sassuolo dalla Primavera della Roma ed è cresciuto con me. Ha quasi sempre fatto la mezzala ma in altre situazioni mi ha sempre dato risposte importanti. Ora è presto per dire se sia meglio di Nainggolan ma lo può diventare. Molto bravo ad andare alle spalle dei mediani, ha l'idea giusta di verticalità e sono felicissimo per lui perché se lo merita. Ha ricevuto tante critiche a volte anche ingiuste. Le prestazioni gli hanno dato sicurezza che prima non aveva.

Di Francesco a Roma tv

Nelle ultime 3 giocate, 12 gol fatti e 1 subito. Come commenta questa vittoria?
Sicuramente contento di come l'abbiamo interpretata, l'abbiamo messa subito sui binari giusti. Siamo stati aggressivi, alti, concedendo poco agli avversari, i difensori hanno lavorato benissimo in preventiva. Loro dovevano spesso buttare via la palla. Dietro abbiamo lavorato benissimo anche sulle seconde palle. E questa è stata la chiave di lettura migliore della squadra. Bene gli interpreti, a partire da Lorenzo Pellegrini, ma anche Bryan Cristante che da mediano ha giocato davvero molto bene, pulito e sbagliando pochissimo. Sono davvero contento di questa prestazione perché doveva essere convincente e lo è stata.

Le cose negative sono alle spalle o c'è ancora da sistemare qualcosa?
Io sono positivo per natura. Ovvio che quando ci sono dei momenti difficili bisogna guardarsi in faccia per cercare di trovare le soluzioni, è il mio lavoro. A volte cerchi di fare qualcosina con la volontà e il desiderio di mettersi sempre in discussione in quello che si fa. E questo fa parte del nostro lavoro. In questo momento le cose positive sono tante, ma adesso ci vogliono continuità ed equilibrio all'interno della squadra nel gestire anche queste vittorie.