Una partita poco aggressiva. Questo dicono i dati forniti da Opta al termine della gara contro il Real Madrid, con la Roma che ha effettuato solo quattro falli (rimediando due gialli) pur stando quasi tutta la partita in svantaggio. Sette, invece, quelli commessi dai Blancos. Di seguito, gli "Opta Facts" di Real Madrid-Roma

La Roma ha perso ben cinque delle ultime sette gare di Champions League contro il Real Madrid (2V).

Senza successi la Roma nelle ultime sei trasferte di Champions League (1N, 5P), in un parziale dove ha subito almeno due reti ad incontro.

Era da novembre 2017 (contro l'Atletico Madrid) che la Roma non rimaneva a secco di gol in un match di Champions League.

Inoltre, era da dicembre 2015 (v Bate Borisov) che la Roma non effettuava così tante conclusioni (13 stasera) senza segnare almeno un gol.

Sono ben 30 i tiri subiti dalla Roma in questo incontro: non ne subiva così tanti in una gara di Champions League da marzo 2016, anche in quell'occasione contro il Real Madrid.

Isco Alarcon ha segnato il suo primo gol su punizione diretta in Champions League, con il suo primo tentativo nella competizione.

Ottava rete in Champions League per Isco, quarta da fuori area. Lo spagnolo non segnava al Santiago Bernabeu in questa competizione da aprile 2014 (v Borussia Dortmund).

Luka Modric ha fornito almeno un assist in tutte le ultime sette stagioni in Champioons League.

Edin Dzeko ha giocato oggi la sua partita numero 50 in Champions League.

Prima presenza ufficiale con la maglia della Roma per Nicolò Zaniolo.