Dopo l'esordio del Var in Champions League, il direttore arbitrale dell'Uefa, Roberto Rosetti ha commentato sul sito dell'Uefa, gli episodi analizzati dalla video assistenza. "Sono davvero felice del modo in cui è stato usato il VAR. La tecnologia ha funzionato perfettamente e le squadre arbitrali hanno diretto a livelli altissimi. Tutto ciò dimostra il duro lavoro che abbiamo svolto". Sul gol annullato a Tagliafico, l'ex arbitro italiano ha detto: "Come comunicato dopo la partita sulle piattaforme social della UEFA, l'arbitro ha visto che il giocatore dell'Ajax era in posizione di fuorigioco e interferiva col portiere impedendogli di giocare o allontanare la palla quando è stata colpita di testa nel momento del gol. Questa decisione è stata in linea col protocollo del VAR e la rete è stata correttamente annullata assegnando una punizione indiretta per posizione di fuorigioco". "

Nessuna preoccupazione sui tempi d'intervento. "La cosa più importante è che l'arbitro abbia preso la decisione giusta. La precisione è più importante della velocità, tuttavia vogliamo essere il più possibile efficienti e cercheremo di migliorare sempre di più anche questo aspetto in futuro. Dobbiamo però tener presente che questa era una situazione molto complessa in cui VAR doveva controllare due possibili situazioni di fuorigioco e l'arbitro doveva anche considerare l'interferenza dell'attaccante". Rosetti ha poi commentato il fallo di mano di Pepe in Roma-Porto: "Un successivo controllo da parte del VAR ha dimostrato che l'incidente fosse fuori area, e quindi il VAR non è intervenuto e il gioco è continuato correttamente, in linea con il protocollo IFAB VAR che consente al VAR di intervenire solo nelle quattro situazioni di gioco che cambiano le partite".