Fare bene con la Fiorentina per riconquistare la Roma e la nazionale. Sono questi i buoni propositi esposti da Gerson, centrocampista giallorosso in prestito alla Viola, in un'intervista all'emittente brasiliana Globo Esporte. "Quando sono arrivato a Roma, ho ricevuto un progetto di carriera. E all'interno del progetto, nella mia terza stagione qui in Europa, ho bisogno di giocare, avere più minuti sul campo - dice Gerson -. Così d'accordo con la Roma abbiamo scelto la Fiorentina, una squadra che mi permetterà di giocare ad un livello alto per realizzare il mio sogno: conquistarmi un posto in nazionale".

La Fiorentina per riconquistare la Roma

Gerson ha poi commentato la scelta del suo passaggio alla Fiorentina: "Le aspettative per la stagione sono alte. Il gruppo, l'ambiente e la struttura che ho trovato qui ci forniranno indubbiamente un ottimo supporto per fare una grande stagione. Oltre ad essere una maglia storica e pesante, la Fiorentina ha una struttura e uno staff molto qualificato". Ma il brasiliano non ha accantonato il sogno di riconquistare la maglia giallorossa: "L'esperienza a Roma è stata sensazionale. Non penso di aver finito la mia storia lì. Sono stato prestato alla Fiorentina e ho un contratto con la Roma fino alla fine del 2021. Sono molto grato per tutto ciò che il club ha fatto per me in questo periodo in Europa. Ho imparato molto e ho ancora molto da imparare". Il brasiliano ha anche raccontato un aneddoto sui primi tempi nella capitale quando appena 18enne ebbe alcune difficoltà a trovare casa e ricevette l'aiuto di Francesco Totti. Il numero dieci è stato tra i primi ad accoglierlo a Roma e in quel momento si stava trasferendo in una nuova casa e così offrì a Gerson la sua vecchia residenza facilitando il suo inserimento in città.

Il ruolo, il mercato e l'arrivo di Cristiano Ronaldo

La crescita di Gerson è passata anche attraverso uno sviluppo tattico che lo ha portato a ricoprire diversi ruoli dal centrocampo in su: "In Italia si sono pochi spazi per giocare. All'inizio era complicato, ma con il tempo e l'allenamento mi sono adattato e ho trovato il mio spazio sul campo. Oggi sono un giocatore molto più versatile. Ho giocato come secondo regista, centrocampista, centrocampista centrale ... Spero di continuare questo sviluppo qui alla Fiorentina. Prima dell'offerta dei viola però una squadra brasiliana si era fatta avanti nell'ultimo mercato: "Sono molto felice che un grande club come l'Atletico Mineiro sia interessato al mio calcio. Questo dimostra che il percorso fatto finora è corretto. Come sempre però abbiamo preso la decisione insieme a Roma"

Il brasiliano chiude poi commentando l'arrivo in Serie A di Cristiano Ronaldo: "È vantaggioso per tutti l'arrivo di grandi giocatori. Ma non possiamo limitarci alla venuta di Cristiano. Molti altri club stanno diventando più forti e la competizione dovrebbe essere più serrata in questa stagione. Qui alla Fiorentina non è diverso, abbiamo fatto un buon precampionati e ci siamo preparati per una grande stagione".