Dal Divino Amore a Trigoria la distanza non è così ampia e una capatina, in effetti, potrebbe avere un senso. Battute del tecnico a parte, alla già precaria situazione di diversi "big" si è aggiunto l'infortunio a Kostas Manolas, che ha preso una botta alla coscia e verrà valutato oggi a Cagliari, dove comunque il greco è aggregato alla squadra. L'impressione, stando a quel 50% indicato da Di Francesco in conferenza, è che non sarà forzato il suo recupero, visto che di problemi fisici la Roma è già piena. Anche perché Fazio ha recuperato dal problema alla caviglia che lo aveva costretto a fermarsi alla vigilia della partita di domenica scorsa contro l'Inter. E anche perché Marcano si è allenato bene, anzi «benissimo». Parola di Eusebio, che potrebbe schierarlo alla Sardegna Arena anche solo per un discorso numerico prim'ancora che tattico. «Sto valutando se metterci con tre difensori», ha detto. In quel caso Marcano sarà della partita sicuramente.

Tuttavia allo spagnolo proveniente dal Porto, in questa stagione, l'allenatore ha concesso solamente 270 minuti, l'equivalente cioè di due partite da titolare per intero (Bologna e Spal, in cui non ha certo lasciato un bel ricordo) e due mezze partite, in cui il numero 15 è stato impiegato per un solo tempo: a Milano, in un'altra sconfitta, quella contro i rossoneri, maturata però quando lui si era già fatto la doccia da un pezzo, e in casa col Frosinone. Solo in quest'ultimo caso, grazie  anche alla prestazione in scioltezza di tutta la squadra, Marcano è apparso all'altezza.

Poche garanzie dallo spagnolo, almeno fino ad ora, e lo dimostrano le scelte di Di Francesco, che ha preferito sempre, anche in altre difficoltà, puntare su Juan Jesus. Il brasiliano nell'ultimo periodo ha convinto l'allenatore che può essere affidabile, perché è il giocatore del reparto che ha le caratteristiche, velocità soprattutto, più simili a quelle di Manolas. E anche se non è stato impeccabile sul gol incassato ad opera di Keita in Roma-Inter, potrebbe trovare spazio dall'inizio anche oggi a Cagliari (Farias e Sau sarebbero i suoi osservati speciali). In difesa, dunque, Di Francesco deve sì pregare che i suoi uomini si riprendano in fretta, ma anche di fare la scelta giusta là dove ha ancora dei dubbi di formazione. Dando per assodata la presenza di Florenzi, che sarà ancora capitano, e Kolarov, reduce tra i leader, Fazio, Marcano e Jesus si contendono due maglie. Con la coppia formata dall'argentino e lo spagnolo che, nonostante conceda qualcosa in velocità, può essere utile per contrastare un centravanti come Pavoletti.

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI-ROMA

CAGLIARI (4-3-1-2):
Cragno; Srna, Ceppitelli, Klavan, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Joao Pedro; Farias, Pavoletti.
ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Fazio, Marcano, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Under, Zaniolo, Kluivert; Schick.