L'allenatore della Roma Eusebio Di Francesco ha parlato dopo il pareggio per 1-1 contro la Sampdoria. Queste le sue parole:

A MEDIASET

C'è la gioia per aver scacciato una sconfitta…

Immeritata. La squadra è andata in svantaggio in una situazione irregolare. Non condivido determinate scelte che condizionano la gara. La Roma ha avuto il demerito di non fare i gol, ma abbiamo ritrovato meccanismi che ultimamente si sono visti meno.

Ha insistito molto su Dzeko, il gol è un premio? 

Al di là che si è messo a disposizione nonostante le voci che sapete più di me. A volte si vede poco, non è la prima volta che non riesce a fare gol. Io faccio i complimenti al ragazzino (Antonucci, ndr) che è entrato, ha dimostrato grande qualità e mezzi tecnici. Con questa partita trovo una Roma ritrovata, il fatto di fare pochi gol è un fatto che ci portiamo dietro da tanto tempo. Con questo atteggiamento possiamo riprenderci quanto abbiamo lasciato per strada. Per me ci siamo ritrovati, poi il fatto di fare gol va meritato.

Manca il colpo del KO… 

A volte non sei premiato perché è un atteggiamento di costruzione e voler dare spettacolo. Se non fai gol passi per fesso. La Sampdoria vuole giocare a calcio, non meritavamo di essere in svantaggio in un episodio che andava visto in maniera differente.

E' stato un grave errore… 

Sono d'accordo. La palla è passata ma lui è rimasto fermo, così mi ha detto l'arbitro. Si chiama ostruzione, è fallo. Si avvalora e si dà vantaggio alla squadra avversaria. La cosa più grave è che il guardalinee alza la bandierina e mi innervosisce questa cosa. Il Var deve dare un vantaggio e tutelare le squadre, guardiamolo nel modo giusto ed omogeneo. Se mi dici che non è ostruzione stiamo parlando di un altro calcio ed io non capisco niente.

Non le piace il Var?

Mi piace riguardo le proteste, alle espulsioni, che ce ne sono meno ed è oggettivo. Riguardo agli errori si sbaglia ugualmente, in questo non sono favorevolissimo, ma sono obiettivo anche se mi vanno gli episodi a favore.

E' stata una partita ben giocata… 

Devo fare i complimenti alla mia squadra, il calcio non è fatto solo di prestazioni, ma bisogna chiuderla. Siamo stati bravi, a volte un po' imprecisi, a volte anche a colpa del campo.

Spera che ci sia Dzeko domenica?

E' una scelta della società, il giocatore finché ce l'ho, lo faccio giocare. Ha dimostrato attaccamento e serietà. Oggi è visto in maniera differente, è un giocatore decisivo che fa bene alla squadra. Prima finisce il mercato e prima troveremo il nostro Dzeko.

A SKY

20 tiri, 16 dentro l'area, da tempo non ci riuscivate. Soddisfatto? 

Anche in qualche altra partita, non solo contro il Chievo, infatti abbiamo pareggiato 0-0. Dal mio punto di vista un episodio iniziale ha fatto andare la squadra in svantaggio, non tanto il rigore perché ci poteva stare anche se si è mosso in maniera congrua Kolarov. Ma dal fallo iniziale che poi ha determinato tante cose.

Che spiegazioni ha dato Orsato? 

Questa è ostruzione netta, la palla passa e il giocatore se ne disinteressa, è fallo. Il guardalinee ha alzato la bandierina lui ha scelto così. Al di là dell'episodio, la dinamica della gara può cambiare, nel primo tempo il nostro portiere non ha fatto una parata e ha preso gol.

Confermi di odiare il mercato? Come ti è sembrato Dzeko? 

Odiare il mercato dipende, se ti danno no, se ti tolgono sì. Di Marzio lo odio perché sta facendo una confusione con sto mercato (ride, ndr). Lui fa il suo lavoro, fa parte del gioco. L'intelligenza sta nella professionalità dei ragazzi. Dzeko ha sbagliato qualche palla nel primo tempo ma poi è stato decisivo. Fa parte delle caratteristiche di un giocatore con mezzi importanti, finché è nella Roma per me gioca.

Speri che resti? 

La mia speranza conta relativamente, decide la società che ha motivi validi e poi me li spiegheranno bene. Se c'è una trattativa un motivo c'è, è ovvio che poi andremmo a fare altro ma per ora mi tengo stretto Dzeko.

Hai chiesto un centravanti alla Dzeko o una prima punta con caratteristiche diverse? 

Bisogna vedere che cosa c'è a disposizione sul mercato.

Serviva coraggio per mettere Schick titolare al posto di Dzeko?

Non mi parlate di coraggio. Di Francesco ha avuto il coraggio di mettere un ragazzo dell'99 mentre perdevamo 1-0... Non mi parlate di coraggio, parliamo di fantamercato. Schick ha le caratteristiche, così come Defrel, di poter giocare in diversi ruoli. Oggi ha dimostrato di poterlo fare. Quando uno con la testa si crea forza e consapevolezza riesce a interpretare i ruoli in maniera differente.

Adatterai la squadra in modo diverso in caso di partenza di Dzeko? 

Ovvio che le caratteristiche fanno la differenza, determinati movimenti sono fondamentali e oggi li hanno fatti bene. Voglio che la squadra sappia quello che deve fare in campo e questi movimenti ci daranno risultati in campo.

Aleix Vidal ti piace? 

Che ruolo è? (ride, ndr)