Bella prova di orgoglio della Roma Nuoto, che non torna alla vittoria ma mette paura alla Sport Management Busto Arsizio, cioè una delle squadre che, insieme a Brescia e Pro Recco, sta lottando per il primo posto. Sicuramente un buon viatico per poter presto ricominciare a vincere, cosa che peraltro, guardando la classifica, inizia a diventare una necessità. Non era certo quella di ieri la partita più indicata, ma la formazione giallorossa ha comunque giocato una buona partita. Il primo quarto è rimasto a lungo sullo 0-0, solo dopo 7 minuti passati è arrivato il primo gol della partita, realizzato da Damonte per i padroni di casa.

Paskovic ha subito pareggiato per la Roma Nuoto, ma Drasovic a 12" dalla prima sirena ha fatto sì che il periodo si chiudesse sul 2-1 per i padroni di casa. A inizio secondo quarto, però, una doppietta di Di Somma e un gol di Alesani sembrano indirizzare già definitivamente la partita. Sul 5-1, peraltro, il portiere dei lombardi Lazovic para un rigore a Steve Camilleri. La Roma Nuoto non si arrende e accorcia le distanze sempre con Steve Camilleri (ancora su rigore) e con Innocenzi. Peccato che prima dell'intervallo lungo arrivi il gol di Luongo per il 6-3. Le distanze restano le stesse anche dopo il terzo periodo, che si chiude sull'8-5 con le reti di Luongo e Di Somma da una parte e di De Robertis e Faraglia dall'altra.

Valentino sembra chiudere definitivamente i giochi in apertura di quarto periodo, ma la Roma Nuoto non molla di un centimetro e va in rete con Lapenna, Spione e De Robertis, tutti e tre al termine di azioni in cui la squadra giallorossa aveva saputo sfruttare bene la superiorità numerica. Arrivati a -1 e con 1'12" da giocare, però, c'era una sola possibilità di andare in gol e non è andata bene. Peccato, perché la Roma avrebbe alla fine meritato un pareggio. L'importante è che questa prestazione restituisca convinzione e autostima a tutta la squadra.

Risultati: Lazio-Ortigia 9-8, Catania-Posillipo 8-13, Florentia-Savona 9-3, Sport Management Busto Arsizio-Roma Nuoto 9-8, Pro Recco-Bogliasco 16-3, Trieste-Genova Quinto 10-9, Napoli-Brescia.

Classifica: Pro Recco 39, Brescia e Sport Management 36, Posillipo 26, Florentia e Genova, Quinto 21, Ortigia 20, Lazio 19, Trieste 15, Napoli 13, Roma 12, Savona 11, Catania 10, Bogliasco 4.