Due piccoli esempi portati in grafica su come complicarsi la vita da sol.

1 Al 13' del primo tempo Pellegrini intercetta un pallone mal giocato da Lozano e fa ripartire la Roma. Accanto a lui Veretout, Micky e Spinazzola
lo guardano speranzos.

2 Incomprensibilmente, Lorenzo alza la testa e nonostante l'apparente comodità dello sviluppo a sinistra, con tre compagni lanciati nello spazio quasi senza avversari, serve Pedro e Dzeko di spalle.

3 Notare l'atteggiamento sbagliato di quattro giocatori su cinque: Dzeko, Veretout, Mkhitaryan e Spinazzola in qualche modo sbracciano per non aver ricevuto il pallone o averlo ricevuto sbagliato.

4 Nel frattempo il Napoli gioca e va ad attaccare la linea difensiva che si spezza facilmente: nello sviluppo (ma non è questo in questa sede che conta) usciranno a sinistra con un cross basso su cui Mertens e Insigne non riusciranno ad intervenire.

Un altro esempio di gestione scellerata e transizione subita.

5 Su uno degli otto corner calciati nel primo tempo, Pedro ha l'occasione per ripartire velocemente: come spesso succede, è dalla parte opposta rispetto a quella in cui si è recuperato il pallone che potrebbe esserci lo sviluppo più interessante.

6 Invece Pedro alza la parabola in verticale verso Mkhitaryan, stramarcato, ignorando il lato in cui Veretout e Spinazzola non avevano avversari.

7 Ancora una volta sullo stesso sviluppo dell'azione, il Napoli con un portatore va ad attaccare la linea difensiva a cinque della Roma, con movimenti e contromovimenti che spezzano la geometria avversaria: in questo caso Insigne inganna Ibanez mentre Mertens attacca lo spazio con i tempi giusti.

8 Il servizio preciso manda il belga a tu per tu con Mirante che stavolta è bravo a intervenire allungandosi a sinistra sul tiro, poi Spinazzola risolverà.