Quello che doveva succedere è successo: dovevamo vincere e abbiamo vinto, doveva sbloccarsi Dzeko e si è sbloccato, ne ha fatti addirittura due, la Roma persino cinque.

Messa così va bene, malgrado le sofferenze che pure ci sono state contro il Benevento, e infatti va bene. Hai vinto 5-2. Abbiamo vinto 5-2. La classifica ha una decenza dopo l'indecenza iniziale di Verona. Certo non va bene andare sotto e soprattutto farsi riprendere una volta che sei andato sopra, non va bene soprattutto prestare il fianco alla cosiddetta matricola, ma è pure vero che il Benevento è veramente una cosiddetta matricola, perché gioca bene, è arrivata qua con 6 punti, ha trovato la leggerezza e il vantaggio psicologico del vantaggio dopo 5', poi quella di essersi ritrovata in partita prima col Var che annulla il 3-1 a fine primo tempo e poi con un rigore comunque regalato da una nostra leggerezza. Aveva vinto pure a Marassi contro la Samp e noi sappiamo che la Samp a Marassi ultimamente fa cose belle, anzi bellissime.

Sicuramente si è sofferto troppo ma gli aspetti positivi, oltre i 2 gol di Dzeko (che fa 108 il 18/10 che è il giorno di quel gol allo Stamford), i 3 punti e le 5 reti della Roma sono superiori alle criticità. A proposito di numeri, Fonseca ha ritirato fuori la difesa a 4, spiazzando tutti ancora e ancora dimostrandosi un tecnico che sa pensare le partite, sa cambiare le sue strategie, stavolta anche in corsa perché i cambi spagnoli, soprattutto Villar e Perez, hanno portato immediatamente a belli e succosissimi frutti. Avrà anche i suoi difetti (ne vedo sostanzialmente solo uno, ma grande: Duisburg, la non partita col Siviglia) ma un allenatore straniero che al primo anno si ritrova in un altro paese, in un altro campionato che per antonomasia è il più difficile, con una media di 10 giocatori infortunati nella sua prima parte di stagione, l'infortunio del suo più forte giocatore a inizio anno, la pandemia, il cambio di proprietà, un altro infortunio e sempre al suo più forte giocatore, fa 70 punti, e vince 9 delle ultime 12 (e le altre 3 le pareggia meritando di vincerle) non si capisce proprio perché debba stare sulla graticola.

Come si dice. Ma si dicono tante cose, basta non sentirle. Pure che ieri non c'era il rigore per la Roma e per il Benevento sì, e addirittura sembra dar fastidio quando persino Inzaghi, che si era "spiazuto" del rigore contro, poi ammette che allora nemmeno quello del Benevento c'era. Allora spiaze un po' di più. O di meno. Dipende dai punti di vista. Problemi loro. Stanotte qui già si comincia a pensare a Milano. Anzi no, c'è l'Europa.