Vacanze finite, la campanella ha suonato: si torna al lavoro. Ieri la Roma ha ripreso ad allenarsi dopo la settimana di vacanza per la sosta: nel mirino c'è la sfida contro l'Inter, in programma domenica sera a San Siro. Una gara che metterà di fronte ai giallorossi Luciano Spalletti. Doppia seduta ieri per gli uomini agli ordini di Eusebio Di Francesco, che nella mattinata hanno svolto dei test fisici in palestra, prima di scendere sul terreno di gioco del "Fulvio Bernardini" di Trigoria. Nel pomeriggio, la squadra ha svolto invece un lavoro incentrato sulla tattica.

Si sono allenati a parte Daniele De Rossi e Gregoire Defrel: palestra la mattina, lavoro personalizzato sul campo nel pomeriggio. Per quanto riguarda il capitano romanista, che da tempo è costretto a fare i conti con un problema al polpaccio, quasi sicuramente tornerà ad allenarsi regolarmente con i compagni tra oggi e domani. Salvo sorprese, il centrocampista di Ostia sarà in cabina di regia domenica sera a San Siro.

Più delicata la situazione dell'attaccante francese: ai box da fine novembre, l'ex Sassuolo si era fatto male nel finale della trasferta di Genova, quando aveva riportato un violento trauma diretto alla rotula del ginocchio sinistro. Quasi due mesi di stop, dunque, per il numero 23, che durante la scorsa settimana è rimasto a Trigoria per allenarsi e recuperare il prima possibile la migliore condizione. L'obiettivo del giocatore è quello di strappare un posto nella lista dei convocati per il match con i nerazzurri, ma dalle parti di Trigoria preferiscono usare cautela. Anche perché Di Francesco ha dimostrato di volerci andare con i piedi di piombo quando ha a che fare con calciatori che hanno appena recuperato da un infortunio. È stato così per Schick, sarà così per Defrel: non intende rischiare, consapevole che è meglio attendere che la condizione torni al 100%, piuttosto che fare i conti con eventuali ricadute. Nessuna fretta, dunque: le condizioni del francese verranno monitorate di giorno in giorno e alla vigilia della partita si prenderà una decisione.

Anche oggi la squadra sosterrà una doppia seduta per ritrovare il prima possibile la migliore condizione dopo gli otto giorni di pausa. Di Francesco, dopo i risultati negativi arrivati a cavallo tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018, vuole a tutti i costi lasciarsi alle spalle le recenti battute d'arresto. Tanto che, alla ripresa dei lavori, è parso più carico e motivato che mai, determinato a ripartire. Lavoro duro, testa bassa e pedalare è il mantra del tecnico. Anche perché la prossima settimana sarà molto importante per i giallorossi che, dopo la trasferta di Milano, mercoledì si recheranno a Genova per il recupero della terza giornata contro la Sampdoria. Quattro giorni dopo, domenica 28, un altro confronto con i blucerchiati, stavolta allo Stadio Olimpico. Tre gare determinanti, in cui non ci si può permettere di commettere passi falsi. Le difficoltà possono starci: ora è tempo di ripartire.