Si ritroverà alle 17 a Trigoria la Roma, per la ripresa degli allenamenti, dopo i due giorni di riposo concessi da José Mourinho alla squadra, rientrata a tarda notte da Siviglia, dopo l'amichevole di sabato con il Real Betis, iniziata alle 22. La tournée in Algarve non ha portato particolari problemi fisici - il solo Villar è rientrato in anticipo a Roma per un problema al ginocchio: nulla di grave - ma proprio in extremis potrebbero sorgere problemi disciplinari: il discutibile arbitro sivigliano dell'amichevole con una squadra di Siviglia ha espulso tre giocatori della Roma e tre componenti della panchina (tra cui Mourinho), e in alcuni casi le squalifiche, che verranno decise dalla Fifa, sulla base del referto del signor Jorge Figueroa Vazquez, si scontano in gare ufficiali. Non capita per le doppie ammonizioni - è il caso di Pellegrini e Mancini - ma per cose più gravi: potrebbe rischiare Karsdorp, che ha preso il rosso diretto per gioco violento. Ma se il direttore di gara avesse scritto qualcosa sul comportamento post doppio giallo potrebbero rischiare anche gli altri due: la Roma aspetta, consapevole di non aver fatto nulla di grave, ma l'iter è lungo e per l'avvio in Conference ci saranno tutti. Si aspetta di conoscere l'avversario della prima gara ufficiale, il 19 agosto contro una tra Trabzonspor (che aveva già Marek Hamsik, e in estate si è rinforzato con Bruno Peres e Gervinho) e Molde: 3-3 l'andata sul Mar Nero, dopodomani il ritorno in Norvegia. Intanto oggi ci sarà il primo allenamento in gruppo di Matias Viña: il terzino uruguagio, preso dal Palmeiras dopo il ko di Spinazzola, ha saltato la tournée in Algarve per quarantena e definizione degli ultimi dettagli dell'affare, ufficializzato solamente domenica sera. Si è allenato anche ieri, rinunciando al giorno di riposo: lo stesso hanno fatto Cristante e Shomurodov.