Fine settimana di derby, per il settore giovanile: ce ne saranno due in due giorni, domani a Trigoria verrà la Lazio Under 17, alle 13 di oggi al Tre Fontane ci sarà quello della Primavera (diretta su SportItalia e Roma Tv). Un derby che all'andata finì con un poker dei giallorossi, che sbloccarono con Providence nel primo tempo, per poi dilagare nella ripresa con Milanese, Tripi e Ciervo. Oggi il primo non ci sarà, visto che si è fratturato una caviglia, gli altri saranno a disposizione di Alberto De Rossi, incluso Milanese, che ieri si è allenato con la prima squadra. Da due turni la Roma ha perso la vetta della classifica, a vantaggio della Sampdoria, che la precede di 2 punti, e giocherà in posticipo con la Juve. La Lazio, che tra 7ª e 15ª giornata aveva raccolto 2 punti, si è un po' ripresa con il ritorno dello spagnolo Raul Moro, ex Barça, unico vero talento della squadra.

Parla il mister

Ha parlato del cambio di modulo De Rossi, che la scorsa settimana a Bergamo è tornato al 4-2-3-1 della scorsa stagione, accantonando la difesa a tre di quest'anno: facile che la soluzione venga riproposta oggi. «Noi dello staff abbiamo valutato tante volte questo cambiamento - ha detto a Roma Tv - facendo un cambiamento così radicale si potevano dare indicazioni sbagliate ai giocatori. Prima della partita di Bergamo eravamo veramente convinti di farlo e abbiamo fatto bene. I ragazzi hanno risposto bene ed è un sistema di gioco che copre il campo automaticamente da solo, perciò è un vantaggio che ci siamo presi». Sul derby: «Ricordo che anche all'andata sull'1-0 c'è stato un contropiede dove abbiamo rischiato di prendere gol. Poi è venuta fuori la forza della squadra, ma la partita è stata in bilico. Fino al 3-0 la Lazio ha ribattuto colpo su colpo. Non mi aspetto una Lazio dimessa, ma una squadra che è arrivata in finale di Coppa Italia. Mi aspetto una bella partita».

Lì Lazio

Si potrebbe trovare un portiere alla prima da titolare, la Primavera giallorossa, con un cognome importante, anche nella Roma: il titolare, Furlanetto, si è infortunato in allenamento una decina di giorni fa (ma oggi farà un tentativo dell'ultimo minuto), giocherà Mattia Peruzzi, 18 anni compiuti a giugno. La Lazio lo ha preso per l'Under 17, nel 2019: giocava nelle giovanili del Blera, la società del paesino del viterbese dove è nato papà Angelo, ora club manager del club biancoceleste, con cui ha chiuso la carriera nel 2007, dopo le giovanili e le apparizioni con la Roma. Il figlio, con la Lazio, ha giocato poco o nulla: un po' a sorpresa, Menichini (ex giallorosso pure lui: sia da giocatore che da vice di Mazzone) gli ha regalato l'esordio nel derby di andata, 3' nel finale, sul 4-0. Domenica, col Sassuolo, il vice di Furlanetto, il brasiliano Gabriel Pereira, preso a ottobre dal Monaco, si è infortunato nel riscaldamento. Peruzzi era in panchina, ma non stava bene, soffriva ancora per una borsite, e tra i pali è andato il quarto, Zappalà. Una settimana dopo è l'unico che sta bene, dei primi tre.