Aveva iniziato l'anno da terzo della prima squadra Pietro Boer, oggi sarà il secondo della Primavera, perché la prima squadra, dopo aver ingaggiato lo svincolato Farelli, a gennaio ha riportato alla base il brasiliano Fuzato, zero presenze nella prima metà del campionato portoghese col Gil Vicente. Nato il 4 luglio, la prossima estate farà 24 anni, e in carriera ha giocato solamente due partite ufficiali con la prima squadra, l'ultima di campionato della scorsa stagione, Juventus-Roma 1-3, e i supplementari di Coppa Italia con lo Spezia, dopo l'espulsione di Pau Lopez (gara poi annullata dal giudice sportivo che ha dato lo 0-3 per la ben nota vicenda dei 6 cambi): per tenerlo in allenamento Fonseca ha deciso di prestarlo ad Alberto De Rossi per la gara di oggi, ore 15 con l'Empoli al Tre Fontane (diretta su Roma Tv e SportItalia).

Fuzato, che 4 gare da fuoriquota in Primavera le aveva giocate già nel 2018-19, non sarà l'unico che ieri sera era in panchina a Benevento e alle 15 scenderà in campo con la Primavera: ci saranno anche i due 2002 arrivati in estate per rinforzare la rosa di Alberto De Rossi e convocati spesso da Fonseca, il difensore mancino Feratovic e l'esterno destro Suf Podgoeranu. Anche perchè l'altro esterno nel 3-4-2-1 di Alberto De Rossi (che mercoledì contro il Cagliari, aveva per la prima volta cambiato modulo, tornato a un 4-2-3-1 utilizzato spesso lo scorso anno, inserendo Tomassini come terzino destro) il francese Ruben Providence, lunedì scorso si è fatto male, in allenamento: al suo posto giocherà Riccardo Ciervo, anche lui nel giro della prima squadra, anche lui ancora in attesa di esordio.

Non c'è neanche Buttaro, per un affaticamento muscolare, i convocati sono solamente 20, incluso il terzo portiere, l'ungherese Megyeri, che mancava dal primo novembre: ieri è cominciato il campionato Under 18, e Cassano, Bianchino e Volpato, che mercoledì a Cagliari erano in panchina con De Rossi, ieri a mezzogiorno sono scesi in campo a Parma agli ordini di Parisi. Unico sotto età tra i convocati, il 2004 Martin Vetkal, 17 anni proprio ieri, arrivato in estate dal Kalev Tallin, e lanciato in Primavera nel finale della gara con l'Inter, al posto di Darboe.

Parla il mister

«A parte la partita con la Juventus e con l'Atalanta, le altre squadre non ci hanno mai affrontato a viso aperto - ha dichiarato Alberto De Rossi a Roma Tv - tempo fa avevamo una facilità maggiore a fare gol e la partita diventa più facile quando segni. Eravamo bravi a sbloccarla nei primi venti minuti, indirizzando spesso le gare. Questo non succede ultimamente, anzi, spesso andiamo sotto e le partite diventano sempre più difficili, non solo tatticamente ma anche moralmente. Questo ha condizionato il nostro rendimento nelle ultime partite. Ma il nostro lavoro è analizzare le prestazioni dei ragazzi e, al di là dei punti che abbiamo perso, sono state tutte prestazioni molto buone».

Anche se nelle 4 gare giocate nel 2021 in campionato sono arrivati solamente 4 punti: ko con la Spal alla ripresa, goleada al Torino (4-0), sconfitta 1-0 in casa dell'Inter, pareggio 2-2 a Cagliari, agguantato al 92' grazie al gol primo gol in campionato di Satriano (già a segno in Coppa Italia, nella gara persa 2-1 con il Verona).

Oggi c'è l'Empoli, che tre settimane fa venne a vincere 6-2 in casa della Lazio, con doppiette di Ekong e Lipari. «Andiamo ad affrontare ora l'Empoli, che è una squadra sulla falsa riga del Cagliari, con giocatori nel reparto offensivo molto rapidi e pericolosi. Dovremo fare una grande partita, migliore dell'ultima». Ieri due gare, Sampdoria-Milan 1-0 e Atalanta-Lazio 3-0: i doriani ora sono secondi da soli, alle spalle della Roma.