Lo scorso anno Massimo Tarantino, responsabile del settore giovanile della Roma, operò una vera rivoluzione: dei tre tecnici delle tre Under, non ne confermò neanche uno, con tutto che Francesco Baldini, con l'Under 17, aveva vinto lo scudetto al primo anno in giallorosso, e Gianluca Falsini, pure lui all'esordio, aveva centrato la semifinale del campionato Under 16, uscendo solo contro i fortissimi 2002 dell'Inter, che vinsero quel campionato, e quest'anno hanno fatto il bis (battendo nuovamente quelli della Roma, stavolta in finale).

Perse la panchina anche Mauro Fattori, dopo l'eliminazione dell'Under 15, nei quarti contro l'Atalanta: al contrario dei due colleghi però, lui è rimasto a Trigoria. Baldini ha allenato la Juventus Primavera (non ha centrato la fase finale e non è stato confermato: al suo posto, da un paio di giorni, è stato ufficializzato Lamberto Zauli), Falsini ha saputo della mancata riconferma a fine giugno, troppo tardi per trovare una squadra e si è dedicato al Supercorso di Coverciano, Mauro Fattori ha continuato a lavorare per il settore giovanile, dedicandosi al lavoro individuale di miglioramento tecnico dei ragazzi: lavoro importante, ma meno stressante, dal mese prossimo dovrebbe riassaporare gioie e dolori della panchina.

Le squadre nazionali del vivaio - la Primavera, affidata per il 17esimo campionato di fila ad Alberto De Rossi, all'ultimo anno di contratto, è un discorso diverso, più vicino alla prima squadra - sono passate da tre a quattro con l'introduzione dell'Under 18, campionato sperimentale, ad iscrizione facoltativa, che, visto il numero ridotto di squadre, dovrebbe prevedere un triplo girone, sul modello del campionato scozzese, andata, ritorno e poi di nuovo andata. Per questa nuova panchina Tarantino ha optato per la soluzione interna: è stato valutato anche Antonio Rizzo, che ha ottenuto ottimi risultati con il gruppo dei 2006, i Giovanissimi Provinciali, ma la scelta è caduta proprio su Fattori. Che peraltro ritroverà molti ragazzi che ha già allenato, nella stagione 2016-17, in Under 15: non tutti perché i migliori, quelli già convocati sotto età in questi mesi, andranno direttamente in Primavera.

Resteranno al loro posto i tre tecnici ingaggiati lo scorso anno: Piccareta, arrivato dai finlandesi dell'Inter Turku, rimarrà con l'Under 17, prendendo il gruppo dei 2003 (una dozzina li ha già convocati sotto età), Parisi, strappato al Crotone, con cui aveva ancora un anno di contratto, farà di nuovo l'Under 16, con i 2004 che hanno appena vinto lo scudetto. Il turco Tanrivermis, che lo ha vinto, con il contratto in scadenza, è stato rinnovato e farà ancora l'Under 15: conferma anche per Rubinacci, con i Giovanissimi Regionali.