Le giovanili

Under 14, Roma-Frosinone 2-1: la doppietta di Vella vale il titolo regionale

Al “Giorgio Castelli” decide il bomber, espulso nel finale. Primo successo per Mattia Scala, che fino all'estate era nello staff di Alberto De Rossi, a bordo campo

La festa della Roma Under 14 dopo la vittoria del titolo regionale, al campo Giorgio Castelli

La festa della Roma Under 14 dopo la vittoria del titolo regionale, al campo Giorgio Castelli

07 Giugno 2022 - 08:03

Due gol e due gialli per Tancredi Vella, bomber della Roma Under 14, ma i primi contano più dei secondi: il finale in inferiorità numerica non crea troppi problemi alla squadra giallorossa, che al "Giorgio Castelli", l'impianto del Tor Sapienza, vince 2-1 col Frosinone e si porta a casa il titolo regionale. Arrivato al termine di una stagione interminabile, in cui la squadra di Mattia Scala ha giocato due campionati distinti, ruotando gli elementi per dare spazio a tutti, prima dell'inevitabile grande selezione del settore giovanile, quella che si fa a 14 anni, quando arrivano i fuori regione a integrare una rosa fatta fino a quel momento solo di ragazzi del posto.

Nell'ultimo fine settimana di maggio, alle Final Four di Senigallia, i 2008 della Roma avevano chiuso la stagione al quarto posto, perdendo la semifinale contro l'Inter (poi campione d'Italia) e la finalina con la Juventus, a livello regionale c'è stata la non facile semifinale con il Grifone Calcio, che nei quarti aveva eliminato la Lazio (e contro i giallorossi si era portato avanti di due gol, prima di chiudere sul 3-3 e arrendersi ai rigori), e la finale di ieri col Frosinone, che oltre a essere un'ottima squadra, aveva vari ragazzi con voglia di rivalsa. Il capocannoniere, Carpentieri, il numero 10 Callarà, forse il miglior talento, il capitano, Mancini, perno del centrocampo, e il difensore Marini erano tutti cresciuti con la maglia giallorossa, nella scuola calcio dell'Acqua Acetosa, ma la Roma non li aveva scelti per portarli a Trigoria. Hanno giocato bene, specialmente nella ripresa, ma alla fine hanno fatto festa i giallorossi.

Primo successo per Mattia Scala, promosso dopo anni di apprendistato: fino all'estate era in Primavera, ieri Alberto De Rossi era insieme a Bruno Conti a bordo campo, nella nuova veste di coordinatore degli allenatori del settore giovanile, ma anche in quella di amico, da come ha abbracciato il suo ex collaboratore. Poi ha attraversato il campo, i tifosi lo hanno riconosciuto, e gli hanno dedicato un coro: lui ha apprezzato, salutando con la mano sul cuore.

L'abbraccio tra Alberto De Rossi e Mattia Scala

La cronaca

La prima occasione è per Mariani, bravo a inserirsi in area, il suo destro viene messo in angolo dal portiere. Un sinistro su punizione di Maccaroni centra la traversa, poi Vella si libera bene e va al cross, Modugno calcia in acrobazia, parato facile. Poi si vede il Frosinone: Stangoni serve D'Amico, dribbling e sinistro, parato. Al 26' il gol: Vella, lanciato dall'ottimo Pallassini, si libera bene del numero 6 Marini e apre il destro, piazzandola sul secondo palo. Suo anche il raddoppio, stavolta col sinistro, dopo filtrante di Mariani e dribbling sul diretto avversario.

A inizio ripresa angolo per il Frosinone: batte Mancini, Carpentieri colpisce la traversa, la palla resta lì, e D'Amico la mette di sinistro all'incrocio. Callarà si libera molto bene fuori area e calcia all'incrocio, gran parata di Marcaccini. Che poi rischia molto su un destro da fuori di Mancini: la palla gli sfugge, ma la riprende prima della linea. Vella finisce fuori per un fiscale secondo giallo, ma la Roma si difende bene anche in dieci. E capitan Piermattei può alzare la Coppa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA