Resta prima con ampio margine la Roma Primavera, ma ieri al Tre Fontane non ha fatto una gran figura contro il Lecce Primavera, partito forte nei primissimi minuti, finito sotto di due gol dopo 39', e tornato a casa con un prezioso e insperato pareggio. E la Roma si conferma abbonata al 2-2: 11 vittorie in 15 partite, le altre 4 volte ci sono stati 4 gol, equamente divisi. De Rossi aveva annunciato un po' di turn-over, ma a conti fatti manca solo Ndiayè, sostituito da Morichelli. Grieco ha una buona mezza dozzina di infortunati, più portiere e attaccante in prima squadra, ma la multinazionale che Corvino gli ha messo a disposizione (due soli italiani, uno dei quali, Dario Daka, gioca per l'Albania U18) parte subito forte: Gonzalez si libera di Tahirovic sulla destra e va al cross, Salomaa da due metri ci mette il piede e manda altissimo. La seconda occasione è della Roma, ed è subito decisiva: Faticanti tocca per Oliveras che trova l'imbucata per Voelkerling Persson, lo svedese aggira il portiere, decentrandosi un po', e mette in rete da posizione angolata. Al quarto d'ora Missori mette in mezzo da destra, Satriano di testa manda sul fondo, il Lecce tiene bene, ma al 28' la Roma potrebbe raddoppiare, con due occasioni in pochi secondi: prima Satriano spreca un due contro uno con un passaggio corto per Volpato, anticipato dalla tempestiva uscita a trequarti del finlandese Samooja, poi Oliveras va al cross da sinistra, e Voelkerling Persson sbaglia la misura del controcross, che avrebbe permesso allo stesso Satriano di battere a rete dall'area piccola. Il Lecce risponde con uno spunto sulla sinistra di Nizet, palla indietro per Gonzalez, ma il rasoterra dello spagnolo finisce sul fondo. Samooja, pressato da Satriano, svirgola un rinvio con i piedi, buttandola in angolo, poi al 39' il centravanti calabrese trova il meritato gol: tocco sull'uscita del portiere, approfittando dell'assist che non ti aspetti, un bel filtrante del centrale Morichelli, servito da Tahirovic poco fuori area.

La rimonta

La ripresa si apre con due cambi nella Roma, Pagano e Rocchetti al posto di Volpato e Olivares, per 11' non succede praticamente nulla, poi Gonzalez parte in contropiede, perde l'attimo per calciare, fa rientrare tutta la difesa, poi si libera di Keramitsis, e batte di sinistro da fuori, trovando il gol dell'1-2. La Roma tarda a reagire, De Rossi mette in campo Cherubini, che ci prova su punizione, palla alta. Al 31' Nizet batte un angolo, Boer non esce, un rimpallo serve il belga Lemmens, più rapido di Keramitsis: 2-2. Pochi secondi dopo Gonzalez rovina la sua bella prestazione entrando in scivolata su Faticanti: due ammonizioni in tutte la partita, e sono entrambe sue. Al 36' Tahirovic ci prova da fuori, in diagonale: la palla sfugge dalle mani di Samooja, ma finisce in angolo. Poi esce, il centrocampista svedese, e con lui Keramitsis: dentro il centravanti Padula e il difensore Vicario, all'esordio stagionale. A quel punto è assedio: un cross basso di Missori sfila senza deviazioni, la palla arriva a Cherubini, che tra una folla di avversari prova il pallonetto, salvato sulla linea da Lemmens. Al terzo di recupero Rocchetti trova l'inserimento di Faticanti, ottima risposta in due tempi di Samooja, che salva il pareggio. Sabato si torna in campo, a Firenze: ieri i viola di Aquilani hanno perso 4-1 con la Sampdoria.

Under 15

Alle 15, al centro sportivo "Green Club - Prato Lauro", sulla Nomentana, si recupera il derby Under 15, Lazio-Roma, previsto per il 5 dicembre e rinviato causa Covid.