Col Viktoria basta il pareggio: alle 12, a Plzen, nel centro d'allenamento del club ceco, la Primavera di Alberto De Rossi dovrà solamente non perdere per qualificarsi per il playoff. Tre sconfitte e la doppia vittoria contro il fanalino di coda Cska Mosca: al momento bastano sei punti per occupare il secondo posto solitario, grazie al Real Madrid che le ha vinte tutte, togliendo punti (anche) alle rivali. Il Viktoria coi russi ha pareggiato due volte, vincendo solo la gara di andata al Tre Fontane, con la complicità dei giallorossi, che al 5' del secondo tempo conducevano 3-1, e tra 17' e 45' ne hanno presi tre, con doppietta dello scatenato centravanti ceco Kepl. Era la gara in cui Svoboda, a dieci minuti dalla fine, sul 3-3, ha spaccato il ginocchio a Riccardo Calafiori, con un fallo criminale, punito solamente con il secondo giallo, una giornata di squalifica e via. Era la prima da titolare del terzino sinistro classe 2002, dalla partita dopo è rientrato Francesco Semeraro, uno di quelli che ha sempre fatto il suo, anche in queste ultime settimane, in cui la Roma ha rimediato quattro sconfitte di fila, tra campionato e coppa, l'ultima sabato, in casa, contro l'Empoli ultimo in classifica. «Siamo molto carichi e molto dispiaciuti - ha dichiarato Alberto De Rossi a Roma Tv - sia noi dello staff e che i ragazzi: non tutte le ultime quattro sconfitte sono state meritate. Un obiettivo lo dobbiamo avere, ce lo dobbiamo prefiggere a inizio stagione: non dico che passare il girone di Youth League era quello minimo, perché lo scorso anno non ce l'abbiamo fatta, ma quasi... diciamo che è un obiettivo importante. La partita sarà molto impegnativa, avremo due risultati su tre, ma cercheremo, come sempre, di imporre il nostro gioco».

Arrivano i nostri

Per imporre il gioco, il tecnico giallorosso ritroverà D'Orazio e Riccardi, che sabato avevano saltato Roma-Empoli perché erano in panchina con la prima squadra. Tornano a disposizione anche i due Greco, Jean Freddi a centrocampo, e Stefano tra i pali. Il portiere salentino, classe ‘99, manca dall'infortunio muscolare rimediato alla seconda giornata, il 23 settembre contro il Milan: tornerà in panchina Zamarion, dopo 5 presenze in campionato e 3 in Youth League, e un rendimento molto interessante. Ancora fuori il francese Bianda, che manca ormai dall'11 novembre, sarà nuovamente Trasciani a fare coppia con Cargnelutti al centro della difesa, conferma scontata per Parodi a destra, al posto di Bouah, con le stampelle dopo l'infortunio al crociato. Bucri torna al centro dell'attacco, visto che Celar non è utilizzabile in Youth League. Manifestazione che, nella migliore delle ipotesi, avrà due italiane ai playoff: i giallorossi si giocano la qualificazione oggi - gara trasmessa in esclusiva su Roma Tv - l'Inter l'ha persa ieri, per il successo del Tottenham a Barcellona, che ha vanificato il 3-0 sul Psv Eindhoven di Ruud van Nistelrooy. La Juventus è già aritmeticamente seconda nel girone, il Napoli era già fuori, e ieri ha perso 5-0 a Liverpool.