Dopo la brevissima sosta di questa estate, tutti i maggiori campionati europei hanno finalmente riacceso i motori e sia in Spagna che in Inghilterra lo spettacolo non è mancato. Mentre la Liga pare destinata ad assistere nuovamente all'ormai consueto duello tra Barcellona e Real Madrid, in Premier sono diverse le squadre che sembrano in grado di infastidire il Liverpool nella lotta al titolo, Manchester City su tutte.

In Premier il Liverpool è sempre la favorita

Non considerare il Manchester City di Pep Guardiola come la principale indiziata per il titolo potrebbe sembrare un'eresia, ma nelle ultime due stagioni il Liverpool ha cambiato le carte in tavola tanto da approcciare anche questa stagione con i favori del pronostico dalla sua parte. I Reds, reduci da una stagione trionfale che li ha visti vincere il campionato con sette giornate di anticipo, per ripetersi dovranno continuare a giocare ai ritmi forsennati cui ci hanno abituato in questi anni ma, a quanto pare, riuscire nell'intento sarà più difficile del previsto. Nell'ultima partita di campionato giocata contro l'Aston Villa, i Reds sono infatti usciti sconfitti dal campo con un tanto sonoro quanto inaspettato risultato di 7-2 che entra di diritto nella storia del club, seppur in negativo. Salah e compagni sono sembrati i lontani parenti di quella squadra travolgente che ha sconvolto il calcio europeo nelle ultime stagioni e sono apparsi quasi appagati dai risultati raggiunti in questi anni. In Premier, tuttavia, non sono ammessi passaggi a vuoto, soprattutto quando le dirette inseguitrici si chiamo Manchester City e Tottenham. Soprattutto gli Spurs di Mourinho, dopo aver recuperato tutti i propri giocatori migliori, sono tra le possibili rivelazioni di questa stagione come testimoniato anche dalle scommesse sportive che vedono Kane e compagni subito dietro Reds e City.

La Liga è più equilibrata che mai

Sono diversi anni che, eccezion fatta per un exploit dell'Atlético Madrid, la lotta per il titolo è una questione a due tra Real Madrid e Barcellona. Entrambe le compagini spagnole sono state tuttavia costrette a rifondare e a ripensare il progetto tecnico vincente degli anni passati. Dopo le mille polemiche legate al rinnovo e al possibile addio immediato, anche quest'anno Leo Messi vestirà la maglia blaugrana ma la sensazione di molti è che questa sia l'ultima stagione che il talento argentino passerà in Catalogna. In casa Real, invece, dopo il ritorno sulla panchina di Zidane e l'addio di Bale, è mancato il colpo da novanta che avrebbe permesso ai Galacticos di fare l'ulteriore salto di qualità, anche se non considerare come la favorita per la vittoria della Champions League una squadra che vanta in rosa giocatori del calibro di Hazard, Benzema, Marcelo, Sergio Ramos, Modric e Kroos sarebbe un errore gravissimo. Come di consueto, seppure ancora un gradino sotto rispetto alle due principali favorite, l'Atlético Madrid del Cholo Simeone punta al colpaccio e, con l'arrivo di Suárez, i colchoneros hanno ulteriormente innalzato il proprio livello tecnico, diventando una delle compagini più complete d'Europa.

 Liga e Premier sono appena iniziate ma in queste prime settimane lo spettacolo non è mancato e, dal canto nostro, ci resta altro da fare che metterci comodi e goderci lo spettacolo del calcio al suo meglio.