Annamaria Serturini, esterno offensivo della Roma femminile, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla presentazione del libro "Non pettinavamo mica le bambole" di Alessandro Alciato. Ecco le sue parole: "Mi piace scrivere la storia per una società. Ho sempre avuto l'appoggio dei miei e mia madre ha addirittura smesso di lavorare per mandarmi avanti. È stata dura anche per loro. Cinque anni a Brescia con Bertolini poi sono andata a Bari e qui a Roma. Voglio fare la storia di questa società nel femminile come hanno fatto Totti e De Rossi per gli uomini. Lo scorso anno sono stata capocannoniera e ora voglio vincere qualcosa con la Roma perché la sento già mia, la città e la società".

Da sinistra, il Presidente federale Gravina, la giornalista Giorgia Cardinaletti, Alessandro Alciato, Annamaria Serturini e Walter Vetroni.