Diego Perotti ha parlato in conferenza stampa da Siviglia, dove la Roma affronterà la squadra di Berizzo stasera in occasione del Trofeo Puerta. Queste le dichiarazioni del numero 8 giallorosso:

Cosa provi nel tornare qui a Siviglia? In cosa sei cambiato da allora?
"Ho giocato qui sette anni, quindi ho molti amici e mi fa piacere tornare in questa bellissima città. Questo Trofeo significa molto per Siviglia. Quando sono arrivato qui ero un ragazzo, ora sono passati tanti anni, sono diventato padre e sono più maturo. Ma qui sono cresciuto e questa è una seconda casa per me. Era da tanto che non tornavo, domani sarà un'emozione rientrare in questo stadio".

Come stai? Quali sono gli obiettivi stagionali?
"Bene. Stiamo lavorando come vuole il mister, ma ovviamente ci vuole del tempo: è cambiato l'allenatore e alcuni giocatori, ma abbiamo fatto una buona preparazione. Questo è importante, visto che ci aspetta una stagione impegnativa, con molte partite. Il mio obiettivo è vincere con la Roma, sarebbe indimenticabile: abbiamo qualità e capacità per riuscirci. Dobbiamo alzare un trofeo a tutti i costi, anche per i tifosi che sono sempre al nostro fianco".

Non hai avuto modo di giocare con Puerta, ma a Roma hai ritrovato Fazio e Monchi...
"Purtroppo non l'ho conosciuto personalmente, ma quando sono arrivato in Primavera mi hanno parlato talmente tanto bene di lui che mi sembra quasi di conoscerlo. Fazio per me è come un fratello, calcisticamente siamo cresciuti insieme qui a Siviglia. Bello ritrovare anche Monchi, che mi portò a Siviglia: spero che con la Roma possa raggiungere gli stessi risultati conseguiti qui".

Come ti trovi nel nuovo ruolo che ti ha dato il mister?
"Mi trovo bene: mi chiede un movimento diverso, che in passato avevo problemi a fare, tra le linee e entrando nel campo senza aspettare la palla. Questo mi avvicinerà alla porta, per fornire più assist e tirare di più in porta, cosa in cui devo migliorare. Avrò anche più opzioni".

Mahrez sarebbe importante per sostituire Salah?
"Salah era un giocatore da 15 gol, con un cambio di ritmo rapido. Monchi starà di certo lavorando per trovare un sostituto, che sia Mahrez o un altro".