Calano i prezzi delle case nella città eterna. In generale nel corso del 2017 i prezzi delle case di seconda mano in Italia segnano un decremento del 4%, per un valore medio di 1.819 euro al metro quadro, secondo l'ufficio studi di Idealista.

I valori immobiliari hanno registrato una flessione del 4,3% a Roma nell'ultimo anno, attestandosi a 3.170 euro al metro quadro di valore nominale dopo una tendenza alla stabilizzazione nell'ultimo trimestre.

Quartieri

Su base annuale solo il quartiere Aurelio (3.399 euro/m²) segna una correzione positiva dello 0,3%, peraltro marginale. Il resto dei quartieri della Capitale registrano andamenti decisamente negativi, con cali sopra il cinque per cento per 16 aree; atterraggio più morbido per altri 7 quartieri da Appio Latino (-4,1%) ai Parioli (-1%)
I quartieri che hanno subito svalutazioni maggiori nel corso del 2017 sono Malagrotta-Casal Lumbroso-Ponte Galeria (-12,4%), seguito da Trionfale-Monte Mario (-9,7%) e Prenestino (-9,1%).

Anche i proprietari delle case in Centro (-6,6%) hanno dovuto ridimensionare le aspettative, nonostante una domanda riattivatasi in questi mesi, proprio per il calo dei valori. Sulla stessa falsariga sono calati anche i quartieri notoriamente più richiesti a ridosso del centro storico, come ad esempio Prati (-5,6%).

Nella provincia di Roma si assiste a un calo medio del 3,6%, con un valore nominale che si attesta a 2.643 euro/m². Cali a due cifre in numerosi comuni come accade a Rocca di Papa (-16,8%), Guidonia Montecello (-15,6%) e Velletri (-15,1%); incrementi a Grottaferrata (1,3%) e a Trevignano Romano (0,7%). 

Province

Se a livello regionale i prezzi delle case hanno lasciato nel 2017 il 3,9% del loro valore, con un recupero dello 0,6% nell'ultima parte dell'anno, a 2.444 euro/m², nelle aree provinciali è andata anche peggio, come testimoniano le forti riduzioni di Frosinone (-9,2%), Rieti (-8,8%) e Viterbo (-7,0%).

I metri quadri più cari si trovano in provincia di Roma, seguita da Latina (2.009 euro/m²) e Viterbo (1.113 euro/m²). La più economica è Rieti con 929 euro al metro quadro.

Capoluoghi

Anche per i principali centri maggiori si assiste a una tendenza ribassista. Cali consistenti a Frosinone (-10,5%), Rieti (-5,5%) e Viterbo (0,4%). Solo Latina inverte il trend con una variazione positiva dello 0,8%.

La graduatoria dei prezzi è comandata da Roma, seguita da Latina (1.807 euro/ m²) e Viterbo (1.338 euro/m²). Chiude Rieti con 1.233 euro al metro quadro.

Secondo Vincenzo De Tommaso, responsabile dell'ufficio studi di idealista, «il trend negativo dei prezzi delle case iniziato nel 2007 è proseguito anche quest'anno; il mercato risente ancora dell'eccesso di offerta di immobili con caratteristiche di prezzo, qualità e localizzazione non richieste dal mercato. Nonostante questo, la vivacità della domanda privata, sostenuta dal mercato dei mutui, si estende a macchia di leopardo, concentrandosi nelle aree di maggior pregio delle grandi città e nei centri dove la qualità della vita è migliore. Nel 2018 ci aspettiamo una ripresa via via più uniforme con moderata crescita dei prezzi nelle città medie e in quelle metropolitane con una generale tendenza la stabilizzazione dei valori».

Affitti

Il rapporto sulle locazioni 2017 di ‘Solo Affitti', rete immobiliare specializzata nella locazione con circa 300 agenzie, elaborato con il supporto scientifico di Nomisma, rileva che i canoni di locazioni nelle principali città italiani sono aumentati, anche se con qualche eccezione. Gli affitti in Italia sono cresciuti in media del 2,6% per le case non arredate e del 4,1% per quelle arredate.

Monolocali, trilobati e quadri locali hanno tutti fatto registrate crescite degli affitti del 2,8%. Ma a Roma le cifre delle locazioni sono scese del 4,1%. Diminuìti i prezzi d'affitto soprattutto a Catanzaro (-10%), Palermo (-7,2%), Perugia (-5,3%), ma anche a Firenze (-1,4%). A Milano i canoni di locazione sono cresciuti dello 0,8%, ma l'incremento arriva anche al +8% per le abitazioni arredate.

Per una casa ammobiliata si pagano mediamente 586 euro al mese, il costo sale di 11 euro in presenza di un garage, ma il rapporto sulle locazioni di Solo Affitti evidenzia un allargamento della forbice dei canoni medi tra Roma (789 euro) e Milano (938 euro), che nel 2017 arriva a 149 euro (era 108 euro nel 2016).