Le parole del centrocampista giallorosso, Bryan Cristante, che è intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione dell'ultima partita del girone di Champions League contro il Viktoria Plzen, insieme a Eusebio Di Francesco:

Come state vivendo il ritiro in questi giorni?
"Penso che sono situazioni che succedono nel calcio. Il ritiro ci ha dato una mano per stare insieme e lavorare meglio. L'unica soluzione per uscire da questo momento è continuare a lavorare, lo stiamo facendo nel modo giusto e lo dobbiamo dimostrare in campo".

Sei in crescita, che sensazioni hai?
"Sensazioni buone, sto lavorando e sto continuando a crescere. Questa è la cosa più importante. Non bisogna accontentarsi, serve un periodo di ambientamento ma se si va sulla strada giusta, ovvero il lavoro e il campo, si arriva sempre all'obiettivo".

Ti aspettavi un impatto più facile a Roma?
"Penso che nel calcio ogni stagione è diversa. Non si sa mai a cosa si va incontro. L'unica cosa sicura è il lavoro e continuando a lavorare e prima o poi i risultati arrivano".

Hai debuttato qui in Europa con il Milan. Come sei cambiato da quel giorno a oggi?
"Sono diverso sotto tutti i punti di vista. All'epoca ero un ragazzino che esordiva e veniva dalla Primavera, adesso ho avuto un'evoluzione mentale, tecnica e fisica grazie ai vari campionati giocati che mi ha portato a essere il giocatore che sono adesso".

Che motivazione avete per questa partita? Volete dimostrare comunque qualcosa a voi stessi o all'allenatore?
"In qualsiasi caso le partite di Champions sono sempre importanti da giocare e vanno affrontate con lo spirito giusto. Nel momento in cui siamo noi ora diventa ancora più importante per trovare una continuità di risultati e di gioco. Stiamo facendo buone partite e dobbiamo continuare domani".