Come per il centrocampo anche per il portiere ci sono due nomi in prima fila. Ma se Xhaka è nettamente favorito per il ruolo in mediana, non altrettanto si può dire di Rui Patricio. Il portoghese è un estremo difensore che piace a Trigoria, ma per il ruolo non si vuole correre il rischio di andare incontro a un nuovo errore. Con Rui Patricio, come per Xhaka, l'accordo è stato trovato per un triennale a oltre due milioni di euro netti a stagione, ma non c'è ancora quello con il Wolverhampton con cui il portiere ha un contratto per un solo altro anno. Gli inglesi chiedono dieci milioni, la Roma fino a oggi non è andata oltre i cinque e uno di bonus. Anche per questo Pinto sta prendendo in considerazione piste alternative.

Una di queste, quella che a noi risulta più percorribile, porta a Zagabria, sede della Dinamo. Dove gioca il titolare della nazionale croata, Dominik Livakovic, ventisei anni, contratto in scadenza nel 2024, un procuratore importante come Ramadani (ma dopo Sarri non sarà semplice trattare con lui), una quotazione di mercato intorno ai quindici milioni. La Roma sta pensando di inserire in un'eventuale trattativa anche il cartellino di Ante Coric che così tornerebbe a casa.