Tutte le strade portano a Roma. Soprattutto, pare, quelle che partono da Lille, nord della Francia, il Belgio a un passo, una squadra che a novanta minuti dal termine della Ligue 1 è a un passo dall'interrompere l'egemonia del Psg. Ci rendiamo conto che detta così, la cosa potrebbe pure far pensare che chi scrive lo stia facendo con un tasso etilico da ritiro della patente. Allora proviamo a spiegare. Partendo, ovviamente, dal fatto che stiamo parlando di mercato, della costruzione di quella che sarà la prima Roma griffata Josè Mourinho. Che non è certo l'unico protagonista di questa storia. Perché oltre ai Friedkin, in questa storia un ruolo ce l'hanno anche Luis Campos e Alessandro Barnaba. Il primo ex consulente di mercato del Lille che di fatto ha costruito lui, il secondo, romano e romanista, proprietario del club francese attraverso un fondo che, dopo essere uscito da Jp Morgan, ha fondato insieme a un socio olandese. Sommando il tutto, il risultato potrebbe essere un portiere, Mike Maignan, un esterno difensivo, Zeki Celik, un centrocampista, Renato Sanches, cioè tre possibili obiettivi di mercato del club giallorosso in tre ruoli in cui, sicuramente, Tiago Pinto sta lavorando per dare a Mourinho quello che ha chiesto lo Special One.

Il braccio operativo di questa operazione (che difficilmente andrà in porto per tutti e tre), svariate fonti di mercato dicono che sarà il portoghese Campos, nome noto a chi segue le vicende romaniste, visto che in un recente passato, a più riprese, è stato indicato come possibile direttore sportivo della Roma. Fino a qualche mese fa Campos era il fidatissimo consulente di mercato del club francese al quale, negli anni, gli ha garantito plusvalenze da applausi a scena aperta e, in questa stagione, anche la costruzione di una squadra che sta per vincere il titolo. Con l'arrivo della nuova proprietà, Campos ha preferito salutare per continuare a lavorare per conto proprio (preferisce così), ma ora con l'arrivo del suo amico Mourinho alla Roma, potrebbe rivelarsi la chiave decisiva per arrivare all'acquisto almeno di un giocatore che lui ha portato al Lille. Sapendo, oltretutto, che Barnaba (buon amico pure dei Friedkin) ha una manifestata simpatia per la Roma. E allora ecco che tra i possibili obiettivi di mercato del club giallorosso, si possono materializzare i tre nomi che vi abbiamo fatto in ruoli in cui, come detto, la Roma sta cercando di operare per migliorarsi.

Partiamo dal portiere. Che ne arriverà uno nuovo è la cosa più sicura del pur misterioso mercato della Roma. Potrebbe essere quindi Mike Maignan, ventisei anni, radici nella Guaiana francese, cresciuto nel settore giovanile del Psg da dove, però, tre anni fa è stato acquistato dal Lille per solo un milione di euro. Speso benissimo, perché Maignan in questa stagione è stato protagonista di un eccellente campionato (appena ventidue gol incassati in trentasette presenze), rivelandosi un punto di forza del Lille. Quando è stata chiesta la valutazione del cartellino dell'estremo difensore difensore, la risposta è stata non meno di ventitrè milioni. Un'esagerazione, non tanto perché il ragazzo non li valga, quanto per il fatto che il suo contratto andrà in scadenza il trenta giugno del 2022 e lui sembra non abbia nessuna voglia di rinnovarlo. Prenderlo, dunque, potrebbe costare assai di meno, in ogni caso più dei sei milioni che servono per Rui Patricio, altro obiettivo della Roma per la porta del futuro.

Altro sicuro obiettivo del club giallorosso è l'esterno destro turco Zeki Celik, già cercato nel recente passato prima che la Roma virasse su Reynolds. Una virata determinata dalla valutazione che il Lille fa del giocatore (venti milioni) che ha ancora due anni di contratto. A Trigoria piace e se Florenzi non dovesse tornare o comunque rimanere a Trigoria, è un nome che bisogna continuare a seguire con una certa attenzione.

A chiudere il terzetto dei possibili obiettivi romanisti del Lille, c'è il nome più importante e affascinante dei tre. Cioè il ventiquattrenne centrocampista portoghese Renato Sanches (pure lui in scadenza nel 2023). Il giocatore (procuratore Jorge Mendes, grande amico di Campos) è arrivato al Lille dal Bayern due anni fa in cambio di venti milioni (i tedeschi lo avevano pagato trentacinque dopo che il ragazzo aveva incantato con il Portogallo nell'Europeo vinto da Ronaldo e compagni). È un giocatore che in Francia è tornato a far vedere quelle qualità che qualche anno fa ne avevano fatto un predestinato. La Roma in mezzo al campo sta cercando un giocatore di personalità e Sanches può essere l'uomo giusto da dare a Mourinho (in corsa per il ruolo ci sarebbe ance Matic del Manchester United) per garantire alla Roma il giocatore a cui affidare le chiavi del gioco. Costa venticinque milioni, ma se Campos e Barnaba..