Una certezza c'è sul mercato della Roma: non c'è un euro o quasi. Evidenza, peraltro, che non è solo della società giallorossa. La conseguenza è che per creare budget, l'unica opzione praticabile potrebbero essere le cessioni. Di qualche giocatore attualmente in rosa a disposizione a Trigoria, ma pure dei non pochi calciatori che la Roma ha sistemato in prestito l'estate scorsa. I possibili partenti tra chi ancora si allena al Bernardini, non sono pochi. Solo che per ingaggi e rendimento, nessuno ha la fila sotto il portone di casa. Per Fazio c'è stato un sondaggio da parte del Parma, ma al momento tutto tace. Juan Jesus sta solo aspettando la naturale conclusione del suo contratto il prossimo trenta giugno, così come Bruno Peres. Diawara ha avuto un'offerta dal Verona ma ha risposto no grazie, così come probabilmente farebbe se fosse vero un recente interessamento del Torino. Santon dopo le offerte dalla Turchia dell'estate scorsa, negli ultimi tempi è stato cercato solo dal suo procuratore. E Pastore meglio lasciar perdere.
Quindi a questa Roma non resta che sperare di poter concretizzare la cessione di uno-due giocatori in prestito. I sospettati non possono che essere due. Il primo è Olsen. E su questo non ci piove visto che il tecnico dell'Everton Carlo Ancelotti ha detto chiaro e tondo che vorrebbe riscattarlo. E la cosa, come si sa da tempo, potrebbe essere propedeutica per uno scambio alla pari con quel Bernard per il quale, però, finora si è speso soltanto Fonseca (e a noi non risulta ancora nessun contatto tra i due club anche se il procuratore, Adriano Spadotto, da giorni è a Liverpool).
Il secondo sospettato, invece, è un nome importante. Cioè Alessandro Florenzi, ex Capitano, romano e romanista, cresciuto a Trigoria, ma dall'arrivo di Fonseca fuori dal progetto. Al punto che lo scorso anno è andato in prestito al Valencia, mentre in questa stagione dalla scorsa estate veste la maglia del Psg. Dove si è trasferito con la formula del prestito (un milione) e un diritto di riscatto fissato a nove milioni. Cifra francamente bassa considerato valore e curriculum di Florenzi e che, pure, certo non può impressionare l'emiro proprietario del club francese. Il giocatore in Francia sta facendo bene, Touchel lo faceva giocare, l'appena arrivato Pochettino pure e tutto fa pensare che sarà riscattato. Segnali in questo senso ci sono già stati e da Parigi ci dicono che sicuramente Florenzi entro i termini (trenta giugno) sarà acquistato. Non è neppure da escludere un anticipo nell'acquisto, magari anche entro la fine di questa sessione di mercato (sarebbe comunque sufficiente per la Roma avere la certezza della cessione). Vorrebbe dire l'arrivo di nove milioni da poter poi utilizzare in entrata.