Passando dal trequartista all'altro ruolo sul quale la Roma si sta muovendo, cioè l'esterno destro basso, ci sono da sottolineare le parole dette due giorni fa dal Polpo Nzonzi. E che c'entra tutto questo? C'entra perché il centrocampista è alla seconda stagione in prestito al Rennes (ha un contratto con la Roma sino al trenta giugno del 2022) e ha dichiarato di essere felice lì e che non gli dispiacerebbe continuare la sua avventura in una squadra che in questa stagione è stata protagonista anche in Champions League. Quindi?
Quindi c'è da ricordare che nella lista degli esterni che piacciono a Trigoria, c'è anche il nome di Brandon Soppy, cartellino di proprietà del Rennes, diciannove anni ancora da compiere, contratto in scadenza nel giugno del duemilaventidue. La Roma ha già chiesto informazioni al Rennes sulla valutazione del ragazzo e si è vista rispondere una cifra superiore ai dieci milioni di euro che, francamente, sembrano eccessivi. E allora perché non provare a mettere in piedi uno scambio con il Polpo che sul bilancio della Roma pesa ancora per circa sette milioni? Che sono quelli che la Roma aveva offerto ai Dallas Fc per prendere il giovane americano Reynolds che, invece, pare abbia preferito dire sì alla Juventus pur sapendo che i primi sei mesi italiani dovrebbe giocarli con la maglia del Benevento. Perché, quindi, non provare uno scambio tra il Polpo e il giovane ed emergente Soppy? La Roma ci pensa.