C'è una novità di mercato che riguarda Diego Perotti, che ha ancora un altro anno di contratto a circa tre milioni netti (bonus compresi). Il procuratore del giocatore è Gabriele Giuffrida con cui la Roma lavora da anni e che nelle settimane scorse è stato il mediatore che di fatto ha portato Pedro a Trigoria. Per Perotti, dicevamo, è arrivata un'offerta dall'Arabia Saudita dall'Al Shabal, squadra che nel gennaio scorso ha preso l'argentino Banega, grande amico di Perotti. Il giocatore pare che non abbia detto no, ma per convincerlo sarà necessaria un'offerta per un contratto triennale superiore ai tre milioni netti.

Detto questo, per tutti gli altri, non resta che attendere. Per Schick, per esempio, se al Milan, come pare sicuro, dovesse arrivare Rangnick, è possibile che nasca una trattativa per uno scambio con la Roma che, nel caso, potrebbe chiedere Kessie con valutazioni dei cartellini che potrebbero essere un inno alle plusvalenze.

Per Florenzi c'è l'interesse concreto di Fiorentina (lo vuole De Rossi?) e Atalanta ma chissà che con il nuovo modulo, a fronte di un'offerta non allettante, Fonseca non decida di dargli fiducia. Del resto se lì a destra gioca Bruno Peres, perché non Florenzi?