Il mercato che verrà. Ormai funziona così. Un club vende quel giocatore e quindi comprerà quell'altro giocatore. Pazienza se poi quel giocatore non è stato venduto e tutto è legato a ipotesi più o meno fantasiose. Un caso del genere, come ti sbagli, sta succedendo anche in casa Roma. E riguarda uno dei nomi più importanti e inseguiti della rosa giallorossa. Cioè Kostas Manolas il greco che, non so a voi, ma a chi scrive quando ne sente il nome ora ricorda quella notte con il Barcellona, quella capocciata per il tre a zero che ci ha regalato uno delle più grandi emozioni della nostra storia.

La pista inglese

In questi giorni si sta dicendo e scrivendo sempre più spesso di un Manchester United intenzionato ad andare forte sul difensore greco sfruttando il fatto dell'esistenza di una clausola (intorno ai trentacinque milioni) che garantirebbe l'immediata libertà al giocatore di scegliere i tanti pound che l'ex club di Mourinho sarebbe pronto a garantire alla famiglia (e al procuratore) di Manolas. Vero. Ma si dimentica un dettaglio fondamentale. La clausola sul contratto del difensore non è valida per la finestra di gennaio. Quindi decide la Roma. Ma visto che le vie del mercato sono infinite, abbiamo provato a cercare una conferma chiedendo alla Roma una risposta. Che è stata secca e precisa: «Manolas non si muove dalla Roma». Magari saremo ingenui, ma noi crediamo a quanto ci è stato detto. Cedere un giocatore come il greco nel bel mezzo di una stagione in cui si può ancora puntare a renderla almeno dignitosa, sarebbe un autogol alla Niccolai, cioè clamoroso e incomprensibile. Ecco allora che tutte le voci su possibili arrivi di nuovi centrali, vengono a decadere. Semmai possono stare in piedi nel momento in cui si decidesse di salutare Marcano. Lo spagnolo, peraltro, ha fatto sapere alla società di poter decidere di andare via solo a fronte di un'offerta irrinunciabile (guadagna due milioni netti), altrimenti preferisce provare a ricrearsi una credibilità con la maglia giallorossa.

Pericolo procuratore

Tornando a Manolas, c'è da dire che il discorso potrebbe cambiare nel prossimo mercato estivo. Perché il Manchester United sul giocatore ha messo gli occhi da tempo, compreso l'agosto scorso quando in extremis, con Mourinho che chiedeva a gran voce l'acquisto di un difensore centrale visto che quelli che c'erano e ci sono non è che siano garanzia di solidità come puntualmente poi confermato dal campo, fece alla Roma un'offerta da quaranta milioni che la società giallorossa rispedì al mittente. Insomma, il Manchester United comunque tornerà alla carica cercando di sfruttare la clausola. A meno che la Roma non la riveda ridiscutendo il contratto con il greco. Cosa da non escludere. Anche se si dovrà chiacchierare con il nuovo procuratore di Manolas, cioè Mino Raiola. Uno che quando sente l'odore dei soldi non si ferma di fronte a niente e nessuno. C'è da dire, peraltro, che i rapporti tra la Roma e il procuratore sono più che buoni. Al punto da poter pensare che alla fine si sceglierà la soluzione migliore per tutti. Se ne riparlerà a giugno, quando cioè la Roma avrà, nel caso, anche la possibilità di decidere con calma e idee più chiare.