il mercato è chiuso. Non ovunque. Come, per esempio, nei paesi arabi. Dove alla fine di una trattativa che sta andando avanti da settimane, potrebbe trasferirsi Steven Nzonzi, ovvero uno dei tre esuberi che sono rimasti sul libro paga della società giallorossa. In Qatar dicono, convinti, che il giocatore ha trovato l'accordo con il club che gli avrebbe offerto un contratto triennale. Dalla Roma, però, c'è da dire che ieri non è arrivata nessuna conferma, neppure da Tiago Pinto che sta trascorrendo alcuni giorni di vacanza nel suo Portogallo dopo le fatiche di un mercato infinito. Di sicuro c'è che l'Al Rayyan da tempo ha proposto al centrocampista francese di trasferirsi in Qatar, ma la trattativa, almeno fino a ieri, era stata bloccata dal fatto che Nzonzi, per andare, alla società giallorossa chiedeva una buonuscita di circa un milione e mezzo, cifra che i Friedkin non avevano nessuna intenzione di garantire al Polpo. Sulla panchina dell'Al Rayyan siede, però, Laurent Blanc che sembra essere riuscito a convincere il suo connazionale ad andare a giocare in Qatar. La Roma ne sarebbe felice.

L'eredità di Monchi

Acquistato dal ds spagnolo nell'estate del 2018, sull'onda della vittoria francese al Mondiale in Russia, Nzonzi è stato pagato 26,65 milioni di euro (più quattro di bonus variabili) per strapparlo al Siviglia. Nella Capitale, però, l'ambientamento del centrocampista non è andato come ci si aspettava: troppo lento e macchinoso per occupare una zona così nevralgica del campo ai ritmi del calcio italiano, il "Polpo" (come era stato soprannominato in Andalusia) ha fornito prestazioni opache, complice la pessima stagione disputata dalla Roma, prima (e soprattutto) con Di Francesco, poi con Ranieri. In totale per lui 39 presenze a un gol (nella vittoria per 2-0 in casa dell'Empoli). Nell'estate del 2019 viene ceduto in prestito al Galatasaray, dove però - tra infortuni e brutte prestazioni - trova poco spazio: i turchi non lo riscattano, perciò nel 2020 viene ceduto ancora una volta a titolo temporaneo, stavolta al Rennes. In patria disputa una buona stagione, tanto che il patron dei francesi dice di volerlo riscattare. Non se ne fa niente: Nzonzi dice no al Benfica (che offriva un triennale) e ad altri club interessati. Ora la trattativa con l'Al-Rayyan: nelle prossime ore sono attese novità.