«Pellegrini sta migliorando molto, e lo stesso Verratti sta recuperando più in fretta del previsto». Roberto Mancini, alla vigilia dell'amichevole contro San Marino (ore 20.45) alla Sardegna Arena fa il punto sulla situazioni degli infortunati azzurri. Buone notizie per quanto riguarda il Capitano romanista, che però stasera non sarà in campo; stesso discorso per Spinazzola, che come Lorenzo continua ad allenarsi a parte ma è pressoché certo di rimanere nel gruppo della Nazionale che disputerà l'Europeo. Preoccupazione invece, da parte del Ct, per quanto riguarda l'interista Sensi: «È da valutare in questi giorni». Out (per ora) anche Raspadori, che però Mancini guarda con un occhio di riguardo: «Si è allenato a parte in questi giorni - dice il Ct azzurro - e se sta meglio nelle prossime ore lo manderemo con l'Under 21, poi valuteremo. Ha un grande futuro davanti a sé».

Coppia giallorossa titolare

Nessun dubbio di formazione, dato che Mancini la annuncia direttamente in conferenza: nell'undici titolare ci saranno anche due romanisti, Gianluca Mancini e Bryan Cristante, entrambi a caccia della conferma in vista dell'Europeo. Davanti a Cragno, il centrale giallorosso sarà affiancato da Ferrari, con Toloi dirottato sulla destra e Biraghi sulla corsia mancina. Nel 4-3-3 dell'Italia la cabina di regia sarà affidata a Cristante, coadiuvato dalle mezzali Pessina e Castrovilli, pronte a dare manforte al tridente d'attacco. Tridente che sarà composto da Bernardeschi, Kean e Grifo. Nessuna preoccupazione per quanto riguarda eventuali voci di mercato: «I ragazzi sono tranquilli e rilassati: sanno che i cambi di squadra spesso coincidono con Europei e Mondiali. Non vedo grandi problemi». La sfida con San Marino è il penultimo test prima dell'inizio della competizione: il 4 giugno ci sarà la Repubblica Ceca al Dall'Ara, una settimana dopo si farà sul serio all'Olimpico contro la Turchia. Alla conferenza stampa di Mancini ha partecipato anche Giorgio Chiellini, capitano e veterano della Nazionale dopo l'addio di Buffon: «Abbiamo tutte le carte in regola - dice il difensore bianconero - per raggiungere la finale di Wembley. Mancini è stato incredibile: è entrato nel cuore di tutti noi». Riguardo al suo rinnovo contrattuale con la Juve, Chiellini auspica che «tutto si risolva prima dell'inizio dell'Europeo». E sull'addio di Conte all'Inter: «Sorpreso? Nì. All'inizio sembrava impossibile, ma poi mi sono reso conto che poteva succedere».