Dopo il pareggio in rimonta contro lo Spezia valso la qualificazione in Conference League, Mkhitaryan ha parlato ai microfoni di Roma Tv. Ecco le dichiarazioni dell'armeno, autore del gol del pareggio.

Micki, partita a due facce recuperata con i nervi. Alla fine obiettivo raggiunto.
"Sì però questa non è la Roma che vogliamo vedere, specialmente nel primo tempo Abbiamo iniziato malissimo però meno male che nella ripresa siamo tornati e abbiamo segnato due gol. Potevamo vincere o perdere, ma abbiamo pareggiato e bastava per entrare in Conference League. Per il prossimo anno spero che la squadra farà meglio perché partite così sono decisive".

Nel finale di stagione tanti alti e bassi anche in Europa. Cosa è mancato?
"Secondo me un po' di freschezza perché giocare quasi due anni di fila non è facile. E anche un po' di esperienza perché abbiamo avuto una squadra molto giovane. Però non ci sono scuse, dobbiamo analizzare, studiare e andare avanti per il prossimo anno, i prossimi, perché specialmente io voglio vedere questa squadra il più in alto possibile perché con questa città, questi tifosi, la squadra deve essere nelle prime 4".

Per te stagione molto positiva.
"Per me sì, ma se la squadra giocava meglio potevo anche segnare di più o più assist. Voglio solo ringraziare i miei compagni per gli sforzi, non era facile. Abbiamo avuto momenti difficili e anche momenti belli. Però il livello della squadra si capisce quando ci sono le difficoltà. Se sei unito o no. Secondo me siamo stati uniti fino alla fine, vincendo e perdendo insieme. Spero che nei prossimi anni avremo risultati migliori".

L'armeno ha poi commentato il risultato, e più in generale la stagione romanista, anche sul suo profilo Twitter. "Questo è stato un anno difficile per tutti noi, ma abbiamo fatto del nostro meglio. Voglio vedere la Roma il più in alto possibile nei prossimi anni, come meritano i tifosi e la città".