Trecentottantasei milioni di euro: è questo il valore della rosa romanista secondo il sito di statistiche calcistiche Transfermarkt.it. Per l'esattezza, 386,85 milioni. Secondo il portale, che ha aggiornato martedì le quotazioni di tutti i calciatori della Serie A (e non solo) in base ai risultati ottenuti negli ultimi quattro mesi, la squadra giallorossa globalmente ha fatto registrare un miglioramento per quanto riguarda il valore dei suoi calciatori. Chiaramente c'è anche chi ha visto scendere il suo valore, complice l'età, gli infortuni o lo scarso rendimento, ma nel complesso il "saldo" tra aumenti e diminuzioni è positivo.

Tra gli incrementi più netti quello di Jordan Veretout, autentico trascinatore della Roma in questa stagione e ora ai box per un infortunio: il centrocampista francese, che ad aprile 2020 veniva quotato 20 milioni di euro, è stato aggiornato a 35 milioni; un incremento del 75% per lui, che è stato capace di mettere a referto undici gol e cinque assist in questa stagione. Sale anche Gianluca Mancini, ormai leader della retroguardia di Paulo Fonseca: un anno fa era valutato 22,5 milioni, lo scorso dicembre era salito a 25 e ora tocca quota 30 milioni di euro. Il salto più grande, però, riguarda Roger Ibanez: arrivato a gennaio 2020 dopo due soli spezzoni con la maglia dell'Atalanta, era poco più che un illustre sconosciuto, che Transfermarkt valutava 1,8 milioni; nonostante qualche recente prestazione negativa, il brasiliano ha visto incrementare il suo valore del 1000%, attestandosi sui 20 milioni di euro attuali. Non a caso, la Roma ha deciso di rinnovargli il contratto, inserendo anche una clausola rescissoria mostruosa.

Discorso simile per Gonzalo Villar, altra rivelazione del 2020-21 giallorosso: dai 2,7 milioni di aprile 2020 è passato ai 10 di dicembre, fino a raggiungere i 15 milioni. Sale anche il valore dei due terzini titolari: Leonardo Spinazzola in un anno ha fatto registrare una crescita di 11,5 milioni (da 14,5 a 26); Rick Karsdorp di ritorno dal prestito al Feyenoord aveva un valore di poco superiore ai 3 milioni di euro, ora è quotato 10 milioni. Bene pure Borja Mayoral, da 10 a 14 milioni nell'arco di quattro mesi. Stabile Nicolò Zaniolo, che a dicembre era stato valutato 45 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai 55 milioni stimato ad agosto, prima del secondo gravo infortunio al legamento crociato.

Chi va giù

C'è anche qualche valore rivisto al ribasso: si tratta ad esempio di Dzeko, ormai trentacinquenne e spesso ai box di recente, che passa dai 10 milioni di agosto ai 5 odierni. Lieve calo anche per Smalling (da 16 a 15 in un anno) e Diawara (da 20 a 15 milioni). Netto invece il deprezzamento di Pau Lopez: sette mesi fa era valutato 19 milioni, ora 12.