Nelle ultime venti partite della Roma, Mancini è sempre partito titolare tranne che in una (contro lo Spezia in campionato). Logico che stasera, pensando anche alla sfida di domenica col Napoli, Fonseca stia pensando di far riposare quello che è diventato il vero punto fermo della difesa romanista. Cristante tornerà al centro del reparto, al suo fianco Kumbulla e Ibanez: Smalling è rimasto a casa, si spera di recuperarlo per domenica. Tra i difensori aggregati alla spedizione anche Santon e Calafiori, che non vengono utilizzati rispettivamente dal 18 ottobre e dal 17 dicembre. Sulla fasce sicuro di giocare è Peres, che in campionato è squalificato e quindi potrà riposarsi fino alla sfida col Sassuolo dopo la sosta (4 aprile), probabilmente a destra toccherà a Karsdorp mentre Spinazzola comincerà la serata in panchina. In mezzo fiducia al doppio regista, Villar e Diawara, già sperimentati con successo proprio nella gara d'andata, sette giorni fa.

Davanti il tridente sarà interamente spagnolo. Dzeko, Pellegrini ed El Shaarawy saranno infatti tenuti a riposo, dentro Pedro con Perez alle spalle di Borja Mayoral. Con Villar in regia e Pau Lopez in porta saranno presenti contemporaneamente tutti e cinque gli spagnoli: è la terza volta che succede, le due precedenti sono state entrambe con lo Young Boys, nella fase ai gironi, e furono due vittorie. È la quarta volta invece che giocano insieme davanti Pedro, Perez e Mayoral: scesero in campo l'ultima volta a Sofia contro il Cska, in una formazione sperimentale con Fazio e Jesus in difesa e in mezzo i primavera Milanese e Bamba. Quel giorno in porta giocò Boer, la Roma rimediò l'unica sconfitta europea della stagione. La Roma tornerà dall'Ucraina solo domattina.