Dovrebbero essere due, ma potrebbero essere anche tre, i cambi di formazione per Firenze rispetto alla squadra scesa in campo domenica sera col Milan: annunciato il ritorno tra i titolari di Kumbulla, al rientro in squadra dall'incerta partita di Torino con la Juventus, l'altra variazione sarà rappresentata da Diawara, regista alternativo che consentirà a Villar di tirare un po' il fiato (anche perché col Milan lo spagnolo è apparso un po' appannato). Bisogna poi valutare se Fonseca - che in conferenza ha infatti annunciato due o tre cambi - vorrà variare qualcosa anche nel reparto offensivo. In quel caso, avendo dichiarato che Borja Mayoral sarà sicuramente in campo dal primo minuto, e considerando Mkhitaryan praticamente intoccabile (e magari potrà riposare col Genoa per poi tornare titolare con lo Shakhtar Donetsk in Europa League), a tornare in panchina potrebbe essere Lorenzo Pellegrini, per far spazio a El Shaarawy o magari a Pedro.

Dunque in porta tocca ancora a Pau Lopez (ieri Fonseca ne ha sottolineato l'errore in impostazione che ha portato poi al 2-1 del Milan, ma ne ha anche ribadito la titolarità), mentre in difesa sarà chiesto a Cristante ancora una volta il sacrificio di adattarsi al centro del reparto. A destra toccherà ancora a Mancini (sempre titolare nelle ultime sedici partite, con l'eccezione della sfida di campionato con lo Spezia). A centrocampo torna dunque quella che veniva considerata ad inizio stagione la coppia titolare, Diawara-Veretout (eppure hanno giocato insieme dall'inizio solo a Verona e alla prima di campionato e a Braga), sulle fasce confermati Karsdorp (ma Peres ha chances) e Spinazzola. La Roma partirà per Firenze in treno intorno a mezzogiorno e tornerà subito dopo la partita.