Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa al termine dell'amichevole contro il Latina, vinta 9-0 dalla Roma:

"Oggi l'importante era che i giocatori non si facessero male, in questi giorni in cui abbiamo caricato abbastanza era un pericolo. Ho visto cose interessanti e altre giustamente da migliorare. Ma c'è stato il desiderio di verticalizzare, di palleggiare e di andare a fare gol come volevo. Questo è quello su cui abbiamo lavorato tanto e dovremo continuare. Il fatto di avere tanti giocatori a disposizione mi permette di lavorare sicuramente meglio".

La squadra può rimanere al 99% questa qui?
"Attualmente la rosa è molto ampia, sto facendo tante valutazioni. Il mercato è sempre vivo, Monchi ne ha parlato molto e credo che sia la persona giusta per farlo. Siamo attenti a tutto e costantemente in contatto".

Karsdorp l'ha convinta?
"Si è mosso con disinvoltura, all'inizio ha avuto qualche difficoltà, ma sono contento del fatto che sia in crescita: è sciolto nella corsa e questo mi rende felice, ma è ancora presto per dare giudizi. Si è mosso bene anche Pastore nella seconda parte del primo tempo, quando ha iniziato a giocare di qualità, è quello che vogliamo da lui e ci auguriamo faccia con continuità".

Vede uno Schick diverso?
"La voglia da parte sua c'è sempre stata, ora c'è una maggiore conoscenza: l'anno scorso non ha fatto la preparazione e non ha avuto il tempo di conoscere l'ambiente. Ora lo vedo voglioso e determinato: deve migliorare ancora, ma lui sa spaziare su tutto il fronte offensivo come Edin".

Voleva quest'amichevole dopo pochi giorni di allenamento?
"Noi abbiamo scelto una squadra di D per dare forza a quello che abbiamo fatto in settimana e per fare conoscere tutti. Quando i carichi di lavoro sono tanti non è corretto dover giocare subito partite importanti, è una progressione e sono contento di questo. La prossima è con una squadra di B e piano piano affronteremo squadre più importanti. Sono contento anche del fatto che si faccia gol: dà motivazione e gli attaccanti fanno i movimenti che chiedo."

Florenzi è sereno?
"Ho visto situazioni positive per il suo rinnovo: sono convinto che siano avanti nelle trattative. Certe gestioni le fanno altri, ma Florenzi è un giocatore della Roma e io sono contento se i nostri giocatori vengono sempre incitati".

Strootman al posto di De Rossi è un'idea che puoi portare avanti?
"No, non c'era Gonalons. Tra i centrocampisti quello più indicato è lui. Avrei potuto provare Coric ma nel passaggio di conoscenza di un calcio nuovo penso sia più adatto fargli fare la mezzala".

Kluivert?
"Nel suo campionato ha giocato sia a destra, sia a sinistra, ma io ho più destri, quindi cerco di valutare diverse cose. Lui ha la tendenza di un destro, quindi se gioca a sinistra tende a venire dentro: ma è normale, questo aspetto va allenato".

Cristante e Marcano?
"Sono contento per la grande applicazione di Marcano: devo dire che mi è piaciuta molto la linea difensiva. Lui ha grande disponibilità al lavoro. Cristante ha grandi qualità, non solo tecniche: non sono io a doverlo presentare. Deve imparare a coordinare i movimenti che noi facciamo".