Un mese a ritmi frenetici, poi la pausa. Legittima, perfino sacrosanta per Ramón Rodríguez Verdejo detto Monchi. Dopo i nove acquisti messi a segno soltanto a giugno, il direttore sportivo ha approfittato del weekend lungo regalato dal calendario per "staccare" e volare in patria. Dove ha utilizzato parte del tempo libero per ritrovare vecchi amici, con tanto di post sul proprio profilo Instagram a certificare la serata di relax.

Capitolo portiere

Ai più maliziosi il volo del dirigente verso la Spagna aveva suggerito una possibile apertura di trattativa con il Real Madrid per Alisson, ma al di là della spinta mediatica vicina ai blancos, ancora nessuna offerta ufficiale è arrivata dal club di Florentino Perez. Che viene anzi segnalato più freddo rispetto alla possibilità di sferrare un attacco vero e proprio per accaparrarsi il portierone brasiliano, probabilmente frenato dalla valutazione data dalla Roma al proprio numero 1: fra i settanta e gli ottanta milioni per sedersi al tavolo, non meno. Cifra che sembra non spaventare il Chelsea, ormai entrato nell'ordine di idee di poter perdere Courtois (in scadenza 2019). Probabilmente proprio in direzione Madrid.

Il vorticoso giro di portieri ancora non è entrato nel vivo, ma si presume sia soltanto questione di tempo. Alla fine del Mondiale la prima trattativa a entrare nel vivo potrebbe sbloccare a cascata tutte le altre. Compresa quella che vedrebbe coinvolta la Roma, ovviamente anche in entrata: in caso di partenza di Alisson è ancora Areola del Paris Saint Germain l'obiettivo principale.

Florenzi e Ziyech

Fino ad allora però - sempre che la doppia operazione si concretizzi - le attenzioni dei giallorossi sono rivolte dentro casa propria. Dove il caso più spinoso riguarda Florenzi, alle prese con un rinnovo di contratto che ad oggi non appare imminente. Ancora ampia la distanza fra domanda e offerta, come documentato anche dall'ammissione pubblica di Monchi. Che adesso dovrà dedicarsi allo sfoltimento di una rosa fin troppo ricca. Di Francesco rischia di ritrovarsi in ritiro con calciatori in sovrabbondanza, considerando anche gli esiti non felici per i (pochi) romanisti impegnati al Mondiale.

Non veste ancora i colori della Capitale, ma dalla Russia è già rientrato a casa anche Hakim Ziyech, obiettivo numero uno del ds spagnolo. Il marocchino non ha alcuna intenzione di fare ritorno in Olanda, ambiente con il quale ha dichiarato a chiare lettere di aver chiuso. E le stesse parole del suo tecnico all'Ajax, ten Hag, ne certificano l'addio prossimo. L'accordo fra il fantasista e la Roma è blindato da tempo (circa tre milioni a stagione per cinque anni), quello fra le due società ancora da definire. Da Amsterdam mirano a spuntare una somma compresa fra 35 e 40 milioni, ma a Trigoria si fanno forti del sì del giocatore e difficilmente supereranno i 30 (bonus compresi). Il braccio di ferro proseguirà, ma senza fretta. Prima bisogna vendere.