Esordi, primi gol e tante storie di mercato. Roma e Sassuolo, avversarie oggi alle 15 allo Stadio Olimpico, sono legate a doppio filo per diversi aspetti. Le squadre di Fonseca e De Zerbi si giocano un posto per la Champions. In avvicinamento alla gara, un'analisi dalla A alla Z dei punti di contatto, delle curiosità e dei numeri della sfida.

A - Amadei

Dopo il gol in Europa League Edin Dzeko è a solo un gol di distanza da Amedeo Amadei nella classifica dei bomber più prolifici della storia della Roma. Il bosniaco proverà a segnare la rete numero 111 già oggi contro il Sassuolo, che è una delle sue vittime preferite. Nelle sei occasioni in cui ha incrociato i neroverdi in Serie A, Dzeko ha trovato il gol in cinque occasioni: tre gol li ha segnati nella stagione 2016-2017 (due nella gara d'andata, uno nella sfida di ritorno), gli altri due nell'annata appena trascorsa, equamente distribuiti nelle due sfide stagionali.

B - Bastos

Una delle meteore della recente storia romanista, Michel Bastos arriva nella Capitale nel gennaio del 2014. Nella seconda parte della stagione colleziona 17 presenze tra campionato e Coppa Italia, e trova la sua prima e unica rete in giallorosso al Mapei Stadium contro il Sassuolo, nella sfida del 30 marzo terminata 2-0 per la Roma.

C- Costante

Vittoria e pareggio. Per i primi tre anni delle sfide tra Roma e Sassuolo (dal 2013 al 2016), gli incroci tra le due squadre hanno rispettato sempre lo stesso leitmotiv: vittoria giallorossa al Mapei, pareggio all'Olimpico. La Roma riesce a rompere la maledizione "X" in casa propria nella stagione 2016-2017, vincendo 3-1.

D - Doumbia

Rimasto nei ricordi dei tifosi della Roma come un essere mitologico, Seydou Doumbia trova il primo gol in giallorosso in Serie A contro il Sassuolo, nella sfida del 29 aprile 2015 terminata 3-0 per gli uomini di Garcia.

L'esultanza di Doumbia dopo il gol al Mapei @LaPresse

E - Eusebio

Il principale dei doppi ex. Approdato sulla panchina del Sassuolo nell'estate del 2012, Eusebio Di Francesco guida i neroverdi a una storica promozione in Serie A. Dopo due salvezze consecutive, nella stagione 2015-2016 riesce nell'impresa di centrare una storica ca qualificazione in Europa League. Nell'estate 2017 passa alla Roma: nonostante un cammino stentato in campionato, con lui il club arriva per la prima volta nella sua storia in semifinale di Champions League eliminando in rimonta il Barcellona. La seconda stagione alla guida dei giallorossi è negativa, e Di Francesco viene esonerato nella primavera del 2019 dopo l'eliminazione dalla Champions League subita contro il Porto.

F - Fonseca

Da Difra a Fonseca. Dopo due pareggi nelle prime due partite in campionato alla guida della Roma, il primo successo del tecnico portoghese arriva il 15 settembre 2019 contro il Sassuolo: 4-2.

G - Gregoire

Pupillo di Di Francesco al Sassuolo, Gregorie Defrel arriva alla Roma insieme al tecnico abruzzese nell'estate del 2017.

H - Henrikh

Debutto da campione. Arrivato a Roma il 2 settembre 2019, il 15 Mkhitaryan fa il suo esordio contro il Sassuolo. Non poteva farlo meglio: grande prova condita dal gol del momentaneo 3-0.

I - Infortunio

Sassuolo evoca anche spiacevoli ricordi. Al Mapei Stadium, durante una gara contro i neroverdi (1-3), nell'ottobre del 2016 Alessandro Florenzi riporta la rottura del legamento crociato.

L - Longhi

Il primo gol in Serie A della Roma contro il Sassuolo è un'autorete: il 10 novembre 2013 Longhi firma il momentaneo 1-0.

L'autogol di Longhi @LaPresse

M - Mercato

Da Antei a Marchizza, da Sanabria a Ricci passando per Frattesi: oltre a Politano e Pellegrini sono tanti i ragazzi passati tra le fila di Roma e Sassuolo,

N - Novembre

Il primo incontro ufficiale tra Roma e Sassuolo non evoca ricordi felici ai giallorossi. È il 10 novembre 2013, e la Roma di Garcia viene dal pareggio contro il Torino dopo le famose dieci vittorie nelle prime dieci partite stagionali. La Roma conduce 1-0 fino al 90', quando Berardi firma il gol del beffardo pareggio, che rallenta la corsa al titolo degli uomini di Garcia.

O - «Oh nooo»

Mentre la Roma chiude la stagione 2017-2018 vincendo 1-0 contro il Sassuolo, i suoi tifosi dal settore ospiti del Mapei espongono lo striscione «Oh nooo», in ossequio al gol segnato pochi minuti prima da Vecino all'Olimpico.

P - Politano

Prodotto del vivaio romanista, Matteo Politano non esordisce mai nella prima squadra della Roma. Dopo una parentesi tra Perugia e Pescara sboccia definitivamente nel Sassuolo, squadra in cui milita dal 2015 al 2018. Le sue buone prestazioni gli valgono l'attenzione dell'Inter. A San Siro gioca per due anni e nel gennaio 2020 è a un passo dal ritorno a Roma: ma lo scambio con Spinazzola salta all'ultimo secondo.

Q - «Questo matrimonio...»

«...Non s'ha da fare»: Berardi e la Roma, telenovela infinita. L'attaccante è uno dei tanti promessi (mai) sposi dei giallorossi: accostato ciclicamente da anni alla Roma, con l'arrivo di Di Francesco sulla panchina giallorossa l'approdo di Berardi nella Capitale sembra cosa certa, ma il trasferimento non si perfeziona mai.

R - Recompra

Cresciuto nel settore giovanile della Roma, nell'estate del 2015 Lorenzo Pellegrini viene ceduto al Sassuolo con la formula del titolo definitivo con diritto di riacquisto. Dopo due buone stagioni in neroverde, la Roma esercita la recompra per 10 milioni di euro, e riporta a casa il Sette: oggi Pellegrini è il vice-capitano della squadra di Fonseca.

S - Sedici

Sono sedici i gol segnati dalla Roma nelle sette sfide giocate contro il Sassuolo allo stadio Olimpico. Quattro di questi sono arrivati nell'ultima sfida giocata in casa dai giallorossi, vinta 4-2 dagli uomini di Fonseca.

T - Trecento

Non è Sparta, ma Francesco Totti. Il 20 settembre 2015, durante Roma-Sassuolo (2-2), il Dieci realizza la rete numero 300 con la maglia giallorossa.

Totti esulta dopo il trecentesimo gol, segnato proprio al Sassuolo @LaPresse

U - Ultima

L'unica vittoria del Sassuolo contro la Roma è anche l'ultimo incrocio tra le due squadre: il 4-2 del Mapei Stadium del 1 febbraio scorso.

V - Vittoria

Il Mapei Stadium di Sassuolo è il palcoscenico sul quale la Roma Primavera si laurea campione d'Italia per l'ultima volta. Il 5 giugno del 2016 la squadra di De Rossi batte 7-6 ai rigori la Juventus di Fabio Grosso. Tra le fila dei giallorossi Capradossi, Marchizza e Ponce.

Z - Zaniolo

Il primo gioiello. A Santo Stefano, il 26 dicembre 2018, Nicolò Zaniolo trova la sua prima rete in Serie A con la maglia della Roma contro il Sassuolo. Al termine di una progressione sull'out di destra, Zaniolo entra in area e con una finta mette a sedere portiere e difensore: il tocco morbido con cui scavalca Consigli è da antologia. Un gol da predestinato: i tifosi della Roma non vedono l'ora di tornare a esultare.