Addio allo "sbarco dei Mille": con il nuovo Dpcm, si è tornati indietro di qualche mese. Negli stadi non potranno più entrare i mille tifosi inizialmente permessi all'inizio della Serie A 2020-21: colpa della risalita della curva epidemiologica del Covid-19, che ha portato il Governo a prendere nuovi provvedimenti.

Negli impianti entreranno quindi soltanto i tesserati e le società non potranno più distribuire inviti a partner commerciali e corporate. Un'inversione a U rispetto a quanto auspicato solo poche settimane fa, quando la Sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa aveva paventato una riapertura parziale degli impianti per il derby di Milano. L'esperimento è durato soltanto cinque giornate. «Per ora non prendiamo in considerazione la sospensione del campionato», dice il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora a Che tempo che fa su RaiTre. E aggiunge: «Il protocollo non ha funzionato perché è stato violato, come nel caso di Ronaldo che è andato in Portogallo».

Le partite

Passando al calcio giocato, ieri sono andate in scena cinque partite. La Juventus non va oltre l'1-1 all'Allianz Stadium contro il Verona di Juric: i gol, entrambi nella ripresa, portano le firme di Favilli (che entra, segna e si fa male nell'arco di sette minuti) e Kulusevski. Successo per la Fiorentina, nostra prossima avversaria domenica all'Olimpico: i viola battono 3-2 l'Udinese e (per ora) ci agganciano a quota 7 in classifica. Protagonista del match Castrovilli, autore di due gol e un assist per Milenkovic; doppietta di Okaka per i friulani. Per la sfida contro di noi Iachini dovrà però valutare le condizioni del capitano German Pezzella, costretto a lasciare il campo al 38' del primo tempo per un guaio muscolare al polpaccio; nelle prossime ore l'argentino si sottoporrà ad esami strumentali per valutare la reale entità dell'infortunio. Qualche problema nel finale anche per Lirola, che ha rimediato una botta. Vince in rimonta a Benevento il Napoli (2-1): gara sofferta per gli uomini di Gattuso, che ancora una volta dopo il ko con l'Az evidenziano qualche difficoltà. A Insigne (Roberto) risponde Insigne (Lorenzo), poi Petagna firma il gol della vittoria per gli azzurri, che agganciano Sassuolo e Inter a 11 punti, alle spalle del Milan capolista. Al Tardini il Parma rimonta due gol allo Spezia e acciuffa un 2-2 dal dischetto al 92'. A Chabot e Agudelo rispondono Gagliolo e Kucka. Secondo successo di fila per il Cagliari, che alla Sardegna Arena batte 4-2 il Crotone.