Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match vinto contro il Verona:

Terza vittoria di fila, è quella più difficile?
"Sì, è sempre difficile giocare contro squadre come il Verona. Penso che abbiamo vinto bene, potevamo chiudere la partita, abbiamo avuto 6-7 palle gol. Anche difensivamente ci siamo comportati bene".

Potevate sfruttare meglio le occasioni?
"Sì, avevamo più spazio in contropiede e potevamo segnare il terzo e il quarto gol. Non è facile giocare contro il Verona che gioca uomo contro uomo".

Mancini che "sgrida" Zaniolo perché non rincorre un avversario che segnale è?
"Mancini ha sempre un temperamento importante. Zaniolo doveva aiutare la squadra e in quel frangente non lo ha fatto".

Zaniolo deve essere rimesso a posto anche dal punto di vista mentale?
"Sì, deve capire che quando entra deve innanzitutto lavorare per la squadra e oggi non mi è piaciuto. Qui tutti devono lavorare prima per la squadra, oggi non sono soddisfatto dell'atteggiamento di Zaniolo".

Dzeko ha avuto un atteggiamento un po' polemico.
"Non ho visto niente sinceramente. Ho visto un calciatore che ha aiutato la squadra nei momenti di difficoltà".

Kolarov difensore si può ripetere?
"Mi è piaciuta molto la partita di Kolarov, sicuramente potrà essere riproposto".

Fonseca a Roma Tv

Sulla partita di oggi
"Quella di oggi è stata una vittoria molto difficile, abbiamo comunque creato molte chiare occasioni gol. Giocare contro una suqadra così è difficile, loro pressano uomo a uomo. Siamo stati bravi in contropiede, abbiamo avuto tante occasioni per chiuderla, ma non è facile affrontare il Verona".

L'aveva preparata così?
"Noi siamo una squadra che vuole avere la palla, ma dobbiamo capire le caratteristiche dell'avversario. Ho visto quasi tutte le partite del Verona, e mai gli avversari hanno avuto il pallino del gioco. Noi non abbiamo rischiato, abbiamo giocato sulle seconde palle. Diciamo che è stata quasi una partita in cui abbiamo lasciato spazio per giocare in contropiede".

La grande intensità deriva dalle caratteristiche dell'avversario? O è dovuta dal fatto che la squadra sta meglio?
"Mi è piaciuto l'atteggiamento di quasi tutti i ragazzi, La squadra sta meglio fisicamente, ora può avere questa aggressività. Alcuni hanno fatto bene nella fase di non possesso. Non è possibile fare pressing tutto il tempo a tutto campo, ma la squadra sta facendo bene".

Vedremo sempre una Roma con questa intensità?
"Sì io lo voglio. Abbiamo fatto bene oggi, ma anche nelle ultime due. Lavoriamo per avere sempre questa intensità, questa voglia di recuperare sempre la palla".

Dopo 3 sconfitte sono arrivate 3 vittorie: ha un rimpianto sulle partite perse?
"Adesso è importante non pensare al passato, ma solo al presente e al futuro, che è quello su cui possiamo lavorare. Ora dobbiamo pensare alla gara con l'Inter che è la più importante".