Paulo Fonseca sta trascorrendo la quarantena a Roma con la sua famiglia ma ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport sull'emergenza Coronavirus e sulla possibile ripresa dei campionati:

Come passa il suo tempo a casa?
"Non è facile, sto con mio figlio e mia moglie. Faccio sport, vedo partite e giocatori. Abbiamo tempo per tutti"

La Roma ha fatto molte iniziative benefiche...
"Sono orgoglioso delle iniziative del club, sappiamo che la Roma è famosa in tutto il mondo per il legame con tifosi e città, ora più che mai. Mi piace l'iniziative di Roma Cares, il club è stato operativo con gli ospedali e le strutture in difficoltà. Abbiamo comprato migliaia di mascherine, materiale sanitario e alimentare. Sono orgoglioso"

Totti ieri l'ha definita un grande allenatore, cosa ne pensa?
"Sono contento per le sue parole, lui è una leggenda e avere questo riconoscimento è importante"

Pellegrini può essere il futuro capitano?
"Ha tutte le condizioni per essere il capitano della Roma"

Come fa in questo momento ad avere un dialogo con i giocatori?
"Hanno un lavoro individuale da fare, sono costantemente sotto controllo: dal peso all'alimentazione"

Come sta Zaniolo?
"Sta molto bene, il suo recupero è positivo, così come le indicazioni che mi danno i medici"

Come ci si mantiene in forma in questo periodo?
"Dobbiamo pensare a diverse cose: quando ricominceremo il campionato e quando ricomincerà la prossima stagione. Credo però che in poco tempo saremo pronti, i giocatori non si sono fermati, stanno lavorando, ci vuole qualche settimana"

Crede che si possa finire la stagione?
"Difficile dirlo, penso che in questo momento la salute di tutti è più importante, dobbiamo capire quando tutti siamo in condizione di tornare"

Anche in estate?
"Si, penso che se siamo in condizione di farlo è importante finirlo anche in estate"

Cosa ne pensa dell'ipotesi di una sede neutra per le coppe europee?
"Penso che in questo momento la priorità è finire il campionato. Le coppe hanno molte partite, l'importante è trovare la miglior condizione possibile"

Cosa ne pensa della riduzione degli ingaggi?
"Dobbiamo essere pronti ad aiutare il club. A Roma siamo disposti a fare questo, allenatore e giocatori. È un momento troppo difficile, noi siamo pronti"