Justin Kluivert in videochiamata con i bambini olandesi malati, un bel gesto dalla quarantena. L'attaccante della Roma ha partecipato all'iniziativa di Helden Magazine e della Fondazione Gilat, che dà la possibilità ai giovani pazienti più sfortunati la possibilità di incontrare online i loro eroi sportivi. Mercoledì l'olandese ex Ajax ha risposto alle tante domande da gruppi di bambini di otto ospedali differenti (alcuni nelle loro case), per dargli una distrazione positiva, un supporto in questo momento difficile. Ecco le sue parole.

"La situazione a Roma ora è molto tranquilla, le strade sono vuote e in giro non c'è nessuno. Sono aperti praticamente solo supermercati e alimentari. In casa anche voi potete fare comunque degli esercizi per tenervi in forma: lavorare con gli addominali oppure facendo anche corsa sul posto. Tornare all'Ajax? Questa è una bella domanda (ride, ndr). Non so cosa farò in futuro, al momento quello di tornare non è un pensiero che ho in testa, ma l'Ajax è nel mio cuore così come Amsterdam".