Un amore per il piano nato quando era un bambino, ora da adolescente incanta tutti con le sue esibizioni. Proprio ieri sera al Teatro Flaiano è stato protagonista di un Recital per pianoforte, lasciando tutti a bocca aperta. Ma nonostante la giovanissima età, ha già una carriera da fare invidia alla maggior parte dei musicisti, avendo già vinto una decina di premi internazionali che l'hanno portato ad esibirsi a 12 anni alla Carnegie Hall di New York. Vive a Roma nel quartiere di Quarto Miglio, sull'Appia nuova, un ragazzo come tanti che ama la Roma e che trova nella musica classica qualcosa di speciale: "Per me la musica è pura emozione. E quando vedo che le persone si emozionano mentre suono, ecco, quella è la mia personale felicità". E un sogno: "Penso che Totti sia un grande professionista. Mi piacerebbe moltissimo averlo come ospite ad un mio concerto, suonerei Rachmaninov".