La Roma rischia di perdere per molto tempo uno dei suoi giocatori più in forma. Amadou Diawara, uscito nel finale della partita con la Juventus per un problema al ginocchio, questa mattina si è recato a Villa Stuart per i controlli del caso. Un consulto di circa due ore che, a da retta alle prime indiscrezioni, avrebbe prodotto una diagnosi poco confortante: lesione del menisco esterno.

Per il centrocampista si tratta del secondo infortunio stagionale al ginocchio sinistro, già lesionato nella partita con il Cagliari. In quell'occasione è stato operato in artroscopia ed è stato costretto allo stop di un mese. In questo caso, essendo interessato il menisco esterno, i tempi di recupero potrebbero dilatarsi e il rischio è quello di perderlo per circa 2 mesi.

Eventualità confermata anche da quello che si legge sul sito del professor Mariani, il medico che lo opererà, per casi simili: "Il ritorno all'attività agonistica nell'atleta richiede in media dai quindici ai venti giorni, a volte anche meno (nelle riparazioni del menisco mediale), mentre tutto è rallentato nei casi in cui sia coinvolto il menisco laterale per il maggior carico biomeccanico a cui è sottoposta questa parte dell'articolazione". La diagnosi definitiva e i probabili tempi di recupero saranno comunicati dalla Roma in serata.

Amadou Diawara è a Villa Stuart per gli accertamenti di rito dopo l'infortunio rimediato ieri sera nel match perso contro la Juventus. Il centrocampista è stato costretto al cambio nel finale di partita per un problema al ginocchio sinistro.

Fonseca, nella conferenza post partita, ha detto che si tratta di una botta. Quello che preoccupa è che si tratta dello stesso ginocchio lesionato contro il Cagliari e che costrinse Diawara a restare fuori giochi per circa un mese. Dopo i controlli di questa mattina sarà possibile effettuare una diagnosi cerca ma la sua presenza per il derby resta in forte dubbio.

di: La Redazione