Ambizione, coraggio, atteggiamento giusto. Paulo Fonseca svela la ricetta per affrontare il primo impegno da dentro o fuori della stagione, quello contro il Parma in una coppa che può e deve rappresentare uno degli obiettivi stagionali. «Non è facile questa competizione - ammette ai microfoni di Roma Tv - Dobbiamo giocare in trasferta contro una squadra tosta e se passiamo saremo impegnati ancora in trasferta, non è facile. Ma abbiamo grande ambizione e giocheremo per vincere».

Nessuna conferenza della vigilia, il tecnico parla ai microfoni della televisione del club e a quelli della Rai, che detiene i diritti di trasmissione del torneo. All'emittente di Stato rivela di essere soddisfatto di questa prima parte di stagione: «Sappiamo che non è un processo facile quando si cambiano allenatore e tanti giocatori, ma devo dire che sono molto soddisfatto».

È però il passato prossimo quello verso il quale guardare con maggiore stagione, per evitare di ricadere negli stessi errori che hanno determinato risultati negativi. «Non abbiamo vinto contro Torino e Juventus ma abbiamo fatto buone partite. Quando è così dobbiamo guardare al futuro con ottimismo. Sappiamo che la Coppa Italia è una competizione da giocare con ambizione e questa è una partita importante per noi».

L'avversario non è dei più agevoli, il portoghese lo sa e mette in guardia: «È una squadra forte, è la squadra più forte in contropiede. È una squadra fisica e molto concreta, è difficile giocarci contro. Ma penso che abbiamo preparato bene la partita e i giocatori hanno voglia di vincere». Dzeko è squalificato, tocca a Kalinic dimostrare di essere una valida alternativa. Fonseca conferma: «Giocherà lui. L'altra soluzione sarebbe stata Zaniolo, che adesso non c'è. Ma anche con Nicolò in forma sarebbe stato comunque Kalinic la prima opzione. Si è allenato bene e sono fiducioso. Non ha giocato molto ma mi aspetto una buona partita da lui, così come da Ünder».

L'infortunio del numero 22 ha privato la squadra di uno dei suoi migliori giocatori, ma il pensiero del tecnico è innanzitutto per il ragazzo: «È difficile per un giovane aver un infortunio come questo, mentre viveva un ottimo momento. Ma la nostra vita è così. Dobbiamo essere forti, positivi e ottimisti». Qualche buona notizia è comunque arrivata dagli altri lungodegenti: nell'ultima settimana sono rientrati in tre e l'allenatore vuole puntare su di loro. «Cristante è pronto, si allena con noi da una settimana. Kluivert invece ha lavorato soltanto in questi ultimi giorni, ma può giocare. Santon anche ha recuperato, sono tutti e tre pronti per giocare».

Al di là degli uomini che comporranno la formazione, Fonseca ha una priorità su tutte. «Voglio vedere l'atteggiamento. Per vincere dobbiamo avere un grande atteggiamento, perché è difficile giocare contro il Parma. Se non giochiamo con la voglia giusta sarà difficile. Voglio vedere una squadra con grande coraggio». Ritornano le parole chiave: atteggiamento e coraggio, ma non solo. «Sappiamo che è una partita molto difficile, ma abbiamo ambizioni grandi in questa competizione e dobbiamo giocare per vincere».