Andrea Leone, una vita tra cinema e Roma. È a capo della Leone Group, distribuirà il prossimo film dei Friedkin, di Martin Scorsese con protagonista Leonardo Di Caprio, "Killers Of The Flower Moon", in uscita nel 2021. Qui un estratto dell'intervista che uscirà lunedì, in edicola con 'Il Romanista':

"Con i Friedkin abbiamo un bel rapporto professionale, distribuiremo in Italia la loro prossima produzione, "Killers Of The Flower Moon", con la regia di Martin Scorsese e Leonardo Di Caprio nel ruolo di protagonista. Ho avuto il piacere di conoscere Dan, Ryan e il resto della famiglia Friedkin e devo dire che sono delle persone carinissime. Hanno sempre avuto successo nel campo cinematografico, spero che possano averlo anche qui. La società attuale purtroppo è entrata poco in empatia con l'ambiente. Come diceva Agostino di Bartolomei, ci sono i tifosi di calcio e poi esistono i tifosi della Roma, è una frase importante che va capita per lavorare bene. Credo che Ryan avrà un ruolo attivo qui, se dovessi dare un consiglio ai Friedkin in questa loro nuova avventura sarebbe proprio quello di cercare di capire cosa vuol dire essere della Roma"

Un malato di Roma

"La mia vita e quella della Roma sono parallele, credo che la parola 'tifoso' sia riduttiva per descrivere la mia passione per la Roma,  perché io sono un malato della Roma, la Roma per me è una religione. L'identificazione di Daniele De Rossi con la Roma è stata qualcosa di unico, ma i giocatori passano e la Roma resta"