Nicolò Zaniolo ha rilasciato un'intervista al Daily Mail. Il talento giallorosso non ha perso occasione per ricordare il suo forte legame con la Roma, chiudendo anche eventuali ipotesi di un suo trasferimento in Premier League. "Giocare in Premier? Sarebbe facile dire 'perché no?', ma non sarebbe da me. Recentemente ho baciato la maglia della Roma e voglio farlo ogni volta che segno un gol!". Il 22 ha rivelato che, dovendo scegliere un giocatore preferito nel campionato inglese, opterebbe per uno tra Rashford o De Bruyne.

Interrogato poi sulla vita privata nella Capitale, Zaniolo ha risposto: "Non ho molto tempo per andare in giro per la città. Mi alleno, vado a casa e gioco le partite, questa è la mia routine. Poi quando ho del tempo libero lo passo con la mia famiglia e con la mia ragazza. però dico una cosa. Vorrei che i tifosi della Roma sapessero che li amo e quanto apprezzo sentirli urlare il mio nome. Mi entusiasma". Il suo talento è ormai noto a livello internazionale e non mancano i paragoni con Francesco Totti: "Lui significa qualcosa di incredibile per la Roma e per la città intera. L'essere paragonato a lui è una motivazione in più per dare il massimo ogni giorno".

In chiusura un pensiero su quando la Fiorentina lo ha "respinto" e mandato a giocare alla Virtus Entella in Serie B dopo 8 anni con la maglia viola: "Alla parola respinto preferisco 'sottovalutato'. Non mi sento di essere stato respinto e non nutro nessuno spirito di rivalsa. La mia prima squadra è stata l'Entella e ora è cambiato tanto, ma ho bellissimi ricordi. Ricorderò sempre le mie origini e dove sono cresciuto".