Ieri si è riunito il consiglio di amministrazione della Roma che al termine della riunione ha emesso due documenti. Sul sito del club è apparso il rapporto trimestrale di bilancio che rileva un peggioramento della situazione debitoria: il passivo è di 272 milioni di euro, circa 50 milioni in più rispetto al documento del 30 giugno.

Nella stessa riunione è stata anche assegnata ufficialmente la carica di amministratore delegato del club a Guido Fienga. Il documento non fa che mettere nero su bianco un avvicendamento dirigenziale che nei fatti è già operativo da diversi mesi con Fienga che ha assunto una posizione verticistica, sostituendo Mauro Baldissoni che ha ricevuto la carica di vicepresidente e sta seguendo più da vicino le questioni relative al progetto stadio.